Lo schermo flessibile bolle in pentola a casa Samsung

Samsung è, oramai da anni, una delle aziende leader nel settore dei display per dispositivi mobili e, grazie ai pannelli AMOLED, sta diventando, sempre di più, uno dei riferimenti indiscussi nel mercato smartphone per quanto riguarda i display. Tra le novità future in arrivo dalla casa coreana c’è anche uno schermo flessibile. Ecco tutti i dettagli: 

Samsung lavora su diversi progetti rivoluzionari

I display OLED flessibili non hanno ancora trovato il loro spazio reale nel settore dei dispositivi tecnologici ed, in particolare, per quanto riguarda il mondo della telefonia mobile. Nonostante ciò, lo sviluppo di questi display continua a marce serrate.

Leader incontrastata del settore è Samsung Display, azienda controllata direttamente da Samsung, che ha da poco presentato la sua ultima creazione. Si tratta di un display OLED flessibile da 9.1 pollici di diagonale che può essere piegato, arrotolato e incavato senza alcun rischio. Il display è, infatti, in grado di ritornare alla sua configurazione originale senza problemi o danni di qualsiasi tipo.

Il nuovo display flessibile creato da Samsung è in grado di resistere a torsioni e urti grazie a proprietà elastiche che gli permettono di adattarsi a qualsiasi tipo di superficie. E’ chiaro che si tratta ancora di un prototipo ma che, in futuro, potrà contare su tantissimi campi di applicazione.
Confronta le tariffe per smartphone

Se il mondo degli smartphone con display flessibile, al momento, non sembra avere un gran futuro, Samsung vede per questa sua ultima creazione tante altre possibili applicazioni. Ad esempio, nel campo delle strumentazioni per auto e moto, nel settore degli indumenti smart o nel settore di dispositivi indossabili, i display flessibili OLED potrebbero rappresentare, nel giro di pochi anni, un vero e proprio punto di riferimento con Samsung pronta a giocare il ruolo della protagonista assoluta.

I lavori di sviluppo che precedono la produzione in massa sono ancora in corso. All’orizzonte, infatti, non ci sono ancora prodotti reali pronti per la commercializzazione. Nonostante ciò nel giro di pochi anni diversi settori tecnologici potrebbero essere pronti ad accogliere questa nuova rivoluzione.

Samsung lavora anche a mini display con risoluzioni elevatissime

Il ruolo di leader del settore display permette a Samsung di portare avanti un gran numero di esperimenti. Il colosso coreano, infatti, sta lavorando, oltre che sui display flessibili, anche su un prototipo di mini display da appena 1,96 pollici di diagonale  (meno della metà delle diagonali dei più piccoli smartphone in commercio oggi) con una risoluzione elevatissima pari al 4K. 

Questo piccolissimo display presenta, quindi, una densità di pixel enorme con ben 2250 pixel per pollice. Tale valore può garantire a questo nuovo mini display di diventare un nuovo punto di riferimento per il settore della realtà virtuale dove l’occhio dell’utente, posto a distanza ridottissima dal display, non deve percepire la presenza di pixel separati.
Confronta le offerte per Internet Mobile

Anche per quanto riguarda i mini display, Samsung non ha intenzione di accelerare sullo sviluppo. I primi visori per la realtà virtuale con display dotati di densità elevatissime arriveranno sul mercato soltanto in futuro quando saranno disponibili dispositivi in grado di gestire i flussi video ad alta risoluzione.

Al momento, in ogni caso, Samsung continuerà a portare avanti i suoi progetti con l’obiettivo, in futuro, di rivoluzionare il mondo tecnologico. Ulteriori dettagli sui progetti del colosso coreano emergeranno, senza alcun dubbio,  già nel corso dei prossimi mesi. Il mondo tecnologico si prepara all’arrivo di tantissime novità.

Commenti Facebook: