Libertà dei consumatori a rischio: Assoutenti contro la riforma Rc auto

La riforma Rc auto manda in fumo i diritti degli assicurati: questa è l’opinione di Assoutenti nei confronti delle nuove norme sulle assicurazioni. La libertà di scegliere un  carrozziere di fiducia è minata, come quella di ottenere il risarcimento per equivalente, fino anche questione cessione del credito. Secondo l’associazione la nuova disciplina presenta profili di marcata illegittimità costituzionale. Nasce così la Carta di Bologna per la difesa dei diritti degli assicurati e dei danneggiati.

Carrozzieri, avvocati, periti e medici uniti contro le assicurazioni

Assoutenti chiede una controriforma Rc auto che liberalizzi il mercato senza intaccare i diritti di danneggiati e assicurati. Secondo l’associazione di tutela dei consumatori infatti, le nuove norme andrebbero a solo vantaggio delle assicurazioni rendendo vani diritti fondamentali come la libertà di scegliere in quale officina effettuare le riparazioni e il diritto di scegliere il risarcimento per equivalente.

Privare l’assicurato del proprio diritto di credito obbligandolo a scegliere un’officina convenzionata con la compagnia presenta profili di illegittimità costituzionale, per questo Assoutenti la costituito la lobby Carta di Bologna per la difesa dei diritti degli assicurati e dei danneggiati, con il preciso scopo di richiedere modifiche al Ddl Concorrenza volte ad introdurre strumenti che consentano sconti sull’Rc auto senza intaccare la libertà di scelta.
Confronta preventivi RC auto

Della controriforma hanno discusso a Napoli i rappresentanti di medici, avvocati, carrozzieri e consumatori. L’opinione del gruppo è che la riforma Rc auto recentemente emanata abbia come unico obiettivo quello di ridurre i risarcimenti destinati alle vittime della strada e di lasciare in monopolio il mercato delle riparazioni alle assicurazioni.

Le proposte di Assoutenti

L’associazione a tutela dei consumatori propone una riforma Rc auto che garantisca l’ingresso di compagnie assicurative estere e la riduzione della quota di mercato nelle mani di una sola compagnia al 10%, la reintroduzione della libertà di scelta del carrozziere di fiducia e del medico legale.
Confronta preventivi RC moto

Commenti Facebook: