Liberalizzazione mercato luce e gas: perché continua a slittare

La liberalizzazione del mercato luce e gas continua a slittare. Con la recente decisione del Governo, infatti, la fine del mercato tutelato è stata spostata al luglio del 2020 andando così a posticipare il passaggio obbligatorio al mercato libero per tutti i consumatori con l’obiettivo di preparare nei minimi dettagli l’iter che porterà alla fine definitiva del regime attualmente in corso. Ecco perché la liberalizzazione del mercato luce e gas continua a slittare. 

La fine del mercato tutelato è stata spostata al luglio del 2020

Un emendamento al decreto Milleproroghe ha rimandato di un anno la fine del mercato tutelato per l’energia elettrica ed il gas naturale e la conseguente liberalizzazione totale che, a questo punto, è stata fissata per il mese di luglio del 2020. La fine del mercato tutelato ed il passaggio al mercato libero dell’energia per tutti gli utenti che hanno sono in regime di maggior tutela rappresenta un processo che coinvolgerà milioni di cittadini che, per larga parte, non conoscono l’evoluzione del mercato energetico (basti pensare che circa l’80% degli utenti non sa che tipo di contratto per l’energia elettrica abbia).

Secondo il sottosegretario al ministero dello Sviluppo economico Davide Crippa la scelta di posticipare la liberalizzazione del mercato “si è resa indispensabile, perché non sussistono le necessarie garanzie di informazione per i consumatori su mercato, competitività e trasparenza. Il governo lavorerà con gli operatori del settore e i consumatori al fine di raggiungere l’obiettivo fondamentale di garantire alla collettività un mercato energetico efficiente, sostenibile e trasparente”

Il prossimo passo dell’esecutivo sarà di avviare una serie di interventi che abbiano come scopo quello di aumentare i meccanismi di trasparenza per i consumatori al fine di evitare pratiche commerciali scorrete da parte dei fornitori di energia. Al momento, in ogni caso, non sono ancora chiare le scelte che il ministero ha intenzione di compiere per raggiungere gli obiettivi fissati. E’ probabile che qualche dettaglio in più arrivi già nel corso dell’autunno.
Scopri le migliori offerte luce

Il mercato libero c’è già e conviene

Al momento, il mercato libero dell’energia è già una realtà in Italia ma aderire ad un’offerta di questo tipo è facoltativo. Sono, infatti, ancora tantissimi gli utenti che scelgono, più o meno consapevolmente, il mercato tutelato dove gli aumenti e le diminuzioni di prezzo sono decise dall’ARERA, l’Autorità per l’energia, con aggiornamenti trimestrali.

Una scelta consapevole ed accorta delle tariffe da attivare per energia elettrica e gas naturale può tradursi nella possibilità di ottenere un significativo risparmio annuale sulle bollette energetiche. Come mostra il comparatore di SosTariffe.it per offerte luce e offerte gas, le occasioni di risparmio non mancano di certo. Ad oggi, infatti, un utente “tipo” può arrivare a risparmiare circa 200 Euro all’anno se sceglie tariffe del mercato libero per luce e gas.

Tramite il comparatore di SosTariffe.it è possibile impostare il proprio profilo di utilizzo di energia e, quindi, i propri consumi al fine di individuare le migliori tariffe  disponibili sul mercato libero e scoprire quanto sarà possibile risparmiare sulle bollette energetiche ogni anno.

In linea generale, le offerte del mercato libero presentano un costo dell’energia bloccato per 12 mesi (in alcuni casi anche per 24 mesi). L’attivazione di queste offerte è sempre gratuita e non sono previste interruzioni della fornitura nel passaggio dal mercato tutelato al mercato libero. 

E’ importante sottolineare che solo analizzando bene le offerte disponibili ed individuando la tariffa più adatta alle proprie esigenze si potrà massimizzare il risparmio e, quindi, ridurre al minimo i costi delle bollette energetiche.

Commenti Facebook: