Letta: banda larga interesse primario. Dovrà coprire il 50% degli italiani entro il 2017

L’uscita dalla crisi economica, ancora forte e presente in diversi paesi del mondo, passa anche dalla tecnologia e dalla rete Internet e ormai questo è un dato di fatto, appurato da diversi studi e analisi sul tema.

Il premier auspica che i privati investano maggiormente sull'Internet super veloce

Lo sa bene anche il Presidente del Consiglio Enrico Letta, che ha annunciato un’accelerazione sul progetto per la diffusione della banda larga nel nostro paese: nel giro di tre anni, secondo quanto dichiarato dal premier, il 50% degli italiani avrà accesso all’Internet veloce, aprendo così un nuovo corso digitale in Italia.

L’impegno, come ha scritto l’Ansa di ieri, arriva dopo la pubblicazione del rapporto commissionato dal Presidente del Consiglio al commissario per l’Agenda Digitale, Francesco Caio, e a due esperti. C’è ancora parecchio da fare: il paese è rimasto fermo fin troppo tempo su questo fronte ma ora è necessario che la situazione si sblocchi.

Proprio per questo motivo Letta auspica maggiori investimenti da parte dei privati nella banda larga, considerata dallo stesso Letta un vero e proprio “interesse primario”. Nel caso in cui l’obbiettivo europeo per il 2020 non venisse raggiunto, il Governo sarebbe pronto all’azione estrema di nazionalizzare il sistema di rete telefonica di Telecom Italia e muoversi direttamente per lo sviluppo e la diffusione dell’Internet veloce.

Secondo quanto pubblicato sul rapporto, la banda larga ad alta velocità, dai 30 Mega in su, è ancora poco presente sulla penisola, con una percentuale decisamente sotto la media europea. Ed è proprio su questo che le principali compagnie telefoniche e i provider stanno puntando per i prossimi mesi e anni.

La fibra ottica sarà, quindi, una delle tecnologie su cui si investirà maggiormente e che permetterà a tantissimi utenti di accedere ad una rete decisamente più performante rispetto alla banda larga base, presente in stragrande maggioranza sul territorio italiano. Vi ricordiamo che con SOSTariffe è possibile verificare se la vostra città ha la fibra ottica, quindi se sono disponibili delle offerte Internet di questo tipo anche nell’area in cui risiedete.

Vi consigliamo, inoltre, di leggere il nostro articolo speciale Fibra ottica per Internet: situazione in Italia, prezzi e tariffe, che riassume tutte le tariffe attualmente disponibili in Italia, aggiornato con le ultimissime promozioni.

Se invece non siete raggiunti dalla fibra ottica ma avete necessità di una connessione Internet, potrete comunque affidarvi ad un’offerta ADSL: attraverso il nostro comparatore, raggiungibile cliccando sul pulsante verde qui in basso, potrete trovare la tariffa più adatta alle vostre tasche ed esigenze in pochissimi passaggi. Il servizio è completamente gratuito.

Confronta offerte ADSL

Commenti Facebook: