Legge Stabilità 2016, risparmio di 200-300 euro a famiglia

Secondo i primi calcoli UIL, le norme approvate con la Legge Stabilità 2016 consentiranno un risparmio alle famiglie, il cui varia a seconda delle classe sociali e categorie. Per le famiglie con stipendi e pensioni medi, titolari di case di proprietà dignitose, si tratta di un extra di 20 – 30 euro al mese; tuttavia, le partite Iva e i professionisti potrebbero risparmiare 100 – 200 euro mensili.

legge stabilità quanto risparmio
Per un professionista i risparmi annui possono toccare i 3000 euro, e per le imprese 960 euro

La Legge Stabilità 2016 consiste in una manovra finanziaria da 27 miliardi; il testo è già stato approvato e adesso dovrà pronunciarsi l’Unione Europea. Tra i provvedimenti più interessanti  per le famiglie rientra l’abolizione di tutte le tasse prima casa, l’introduzione di un piano contro la povertà, l’introduzione del canone Rai in bolletta luce e il bonus mobili per le giovani coppie. Per le imprese le migliori notizie riguardano il super-ammortamento sui nuovi macchinari, nonché l’abolizione di certe tasse per alcune categorie industriali.
Confronta Tariffe Energia Elettrica

Le misure per le famiglie tra IMU, TASI, canone Rai e aumento statali

L’abolizione della TASI e l’IMU potrebbe avere effetti circoscritti sui consumi“, secondo la Banca d’Italia, anche perché “gli interventi più direttamente efficaci ai fini di un incremento del potenziale dell’economia sono quelli di riduzione del carico gravante sui fattori della produzione“. Renzi assicura che “non ci saranno aumenti di altre imposte“. Si spera però che i tagli aggiuntivi richiesti alle Regioni (1,8 miliardi) e i Comuni (300 milioni) e inclusi nella manovra, oltre a quelli legati alla sanità (2 miliardi) e ai costi standard, non significhino poi un aumento della fiscalità territoriale.

Oltre a queste tasse le famiglie risparmieranno 13,50 euro all’anno sul canone Rai, che scende a 100 euro a partire dal 2016, ovvero sei rate di 16,66 euro ciascuna. Positivo anche il rinnovo del contratto per gli statali, sebbene più magro del previsto, dato che non sono stati stanziati 300 milioni come aveva anticipato Renzi ma 200, ovvero un guadagno di 84 euro annui netti per ogni dipendente pubblico. Secondo CGIL, CISL e UIL questo scarso stanziamento è “una mancia” e “una provocazione“, annunciando “una mobilitazione durissima“.
Confronta Offerte Gas

Per quanto riguarda la zona no tax per i pensionati, a beneficiarne – si legge sul giornale La Repubblica – “non sarebbero tutti i pensionati, ma solo una platea limitata a quanti percepiscono assegni fino a 15 mila euro, dunque 4,1 milioni su 14,1 milioni totali (ma dei 4 milioni appena poche centinaia di migliaia con tasse azzerate, per gli altri scontate, beneficio medio di 49 euro annui)“. Se la misura ottenesse il via da Bruxelles già per il 2016, i pensionati sotto i 75 anni potrebbero intascare 228 euro all’anno, con un’area no tax che avanza da 7.500 a 7.750 euro, (si azzerano Irpef e addizionali locali, sia regionali che comunali). Quelli maggiori di 75 anni, per cui il limite passa da 7.750 a 8 mila euro, risparmierebbero 233 euro annui. Al di sopra di queste due nuove soglie, ed entro i massimo di 15 mila, le tasse si pagheranno ancora ma scontate, mentre non è previsto alcun sconto superati i 15 mila euro.
Confronta Preventivi Rc Auto e Moto

Quanto risparmio con la Legge Stabilità?

L’UIL – Servizio politiche territoriali ha effettuato delle simulazioni per capire quanto potranno risparmiare le famiglie con la nuova Legge Stabilità 2016. Considerando un’entrata in vigore nel 2016 dell’eliminazione di TASI e IMU, lo sconto sul Canone Rai, il piccolo aumento per gli statali e l’altro bonus fiscale della no tax area, il guadagno annuo sarebbe:

  • 180 euro: profilo pensionato di 72 anni, modesta casa di proprietà e reddito lordo da 12 mila euro;
  • 337 euro: impiegato statale con reddito di 22 mila, casa di proprietà ma un po’ più grande;
  • 2.821 euro: professionista che guadagna 140 mila euro/anno, vive in villa di 16 vani, 479 metri quadri.

Per le imprese invece a fare i conti è stata la CGIA di Mestre, che prevede un risparmio fiscale di circa 958 euro ad azienda (un miliardo in totale). Va specificato che si tratta di una media e che include la cancellazione dell’IMU sugli impianti imbullonatil’eliminazione di IMU e IRAP agricole, del super-ammortamento e della maggiore deduzione IRAP. Provvedimenti che sono state giudicate con molto favore da Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria.

Vuoi risparmiare ancora di più? Approfitta dei benefici del mercato libero dell’energia, il gas, la telefonia, l’ADSL e le assicurazioni, e scegli autonomamente la compagnia che ti consente i migliori guadagni. Utilizza i comparatori di SosTariffe.it per individuare le offerte più adatte al tuo profilo.

Commenti Facebook: