Le torri di Telecom sono pronte alla quotazione

Le torri di trasmissione italiane di proprietà di Telecom sarebbero pronte allo sbarco a Piazza Affari: secondo alcune fonti, come segnala anche Milano Finanza, la quotazione dovrebbe avvenire nei prossimi mesi, puntando su una valutazione di mercato migliore rispetto alla Ipo di RaiWay.

Telecom-Italia
Lo sbarco a Piazza Affari dovrebbe avvenire nei prossimi mesi

L’amministratore delegato di Telecom Italia, Marco Patuano, già a dicembre aveva dichiarato che l’operatore stava studiando diverse soluzioni per la cessione delle torri, ricordando come questo tipo di asset anche in passato avesse riscontrato una buona accoglienza da parte del mercato.
Scopri Tim Smart
Lo scorso novembre Telecom aveva già venduto le sue torri in Brasile, dando il via alla cessione di 6.481 strutture di questo tipo appartenenti a Tim Brasil ad American Power per una cifra vicina ai circa 3 miliardi di reais, cioè più di 900 milioni di euro.

L’obiettivo della quotazione delle torri (il dossier è in questi giorni allo studio della società e dei suoi advisor) è ottenere multipli vicini a quelli di Ei Towers (11 volte l’Ev/Ebitda 2015). L’asset comprende tra gli 11.000 e i 13.000 siti e ha un valore stimato intorno a un miliardo di euro. A quanto sembra perderebbe dunque forza l’ipotesi di una cessione diretta, che avrebbe richiesto vari mesi per il processo dello scorporo di ramo d’azienda, dopo l’eventuale via libera del tribunale.

Commenti Facebook: