Le rinnovabili producono il 40% dell’energia in Italia

Continua la crescita delle fonti rinnovabili, non solo a livello mondiale ma anche in Italia, dove sono «ormai prevalenti nel mercato all’ingrosso». Nel 2014, le rinnovabili hanno prodotto il 40% dell’energia elettrica in Italia, secondo la relazione annuale dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico (AEEGSI) presentata oggi alla Camera.

crescono le rinnovabili in italia
Crescono le energie rinnovabili, ma crollano produzione e domanda di energia e gas

Nel 2014 crescono le rinnovabili a livello globale, e anche in Italia. Lo riferisce l’AEEGSI nella sua relazione annuale da dove si evince che oltre il 40% della produzione nazionale di energia nel 2014 è giunta dalle fonti pulite.

Tanto produzione di  energia elettrica come domanda però continuano a calare (-4,2% e -3% rispetto al 2013, rispettivamente). Stessa dinamica per il gas naturale, il cui scendono la produzione e la domanda, con un consumo interno è crollato dell’11,6% mentre aumenta la dipendenza dalla Russia, con un 47% delle forniture che ancora arriva da Mosca.

Confronta Tariffe Energia Verde

L’AEEGSI ha informato alla Camera che la quantità di energia verde incentivata «ha superato i 64 TeraWattora, per un costo nel 2014 di circa 12,7 miliardi di euro, di cui circa 12 miliardi coperti tramite la componente A3 della bolletta». La produzione lorda da rinnovabili nel 2014 è aumentata del 7%, passando da 112 a 119,3 TWh, aumento spinto fondamentalmente dall’ulteriore crescita del fotovoltaico.

In calo la produzione di energia elettrica in Italia

«Nel 2014 risulta ancora in calo la produzione nazionale lorda, scesa a 278 TeraWattora, in diminuzione del 4,2% rispetto al 2013», si legge nel rapporto. La produzione italiana ha coperto l’86% del fabbisogno energetico complessivo nazionale.

Sulla produzione lorda 2014 ha inciso anche la crescita delle importazioni nette, che hanno assicurato il restante 14% del fabbisogno complessivo di energia, mentre nel 2013 era del 13% dello scorso anno, malgrado un incremento rilevante anche delle esportazioni (3 TWh, pari ad un +37,3%).

Durante l’anno scorso l’Italia ha acquistato una quantità di energia elettrica pari a 282 TWh, in flessione del 2,5% rispetto al 2013 (289,2 TWh), «prolungando così il trend decrescente avviato dal 2010 e raggiungendo il minimo storico dalla partenza del mercato», spiega l’Autorità.

Scende del 3% la domanda energetica

Continua a calare la domanda di energia elettrica nel 2014, segnando un -3% circa, leggermente sotto il -3,4% verificatosi nel 2013. I consumi energetici in effetti sono scesi, passando dai 318,5 TeraWattora del 2013 ai 309 del 2014. «Una lieve flessione del numero di clienti domestici (-0,3%) – spiega l’AEEGSI – ha comportato una consistente diminuzione dei prelievi (-4%), mentre per quanto riguarda gli utenti non domestici unità e consumi sono calati di pari passo (oltre il 2%)».
Confronta Tariffe Energia Elettrica

Commenti Facebook: