Le due velocità dell’e-commerce in Italia

Gli italiani ancora non sembrano essere del tutto conquistati dall’e-commerce. Il servizio, infatti, nel nostro Paese va a due velocità: quasi la metà dei nostri connazionali utilizza il web per acquistare voli aerei e viaggi, mentre in pochissimi comperano prodotti alimentare, vini e liquori attraverso questo canale.

Ancora non decolla l'e-commerce in Italia

Viviamo in un’epoca sempre più frenetica con poco tempo a disposizione ed è per questo che fare acquisti attraverso l’e-commerce può essere comodo, ma in Italia questo modo di agire procede ancora a due velocità.

Secondo i risultati di un’analisi effettuata dal Global Survey di Nielsen sugli acquisti online, e condotta su più di 30.000 consumatori in 60 Paesi, il 42% della popolazione italiana acquista sul web voli aerei, mentre solo l’8% per comprare di prodotti alimentari, vini e liquori. I dati nazionali sono in linea con la media europea, fatta eccezione per l’Inghilterra, dove il 26% dei consumatori scegli l’e-commerce di prodotti alimentari.

Secondo la ricerca, inoltre, il 21% degli italiani compra online gli ebook, mentre i prodotti di cosmesi o di igiene personale sono al 17%, anche se il 19% delle persone si informa al riguardo proprio sul web.

Per quanto concerne auto e moto accessori, solo l’8% degli intervistati acquista online. Un comportamento di questo tipo si riscontra anche nel resto d’Europa, ad eccezione dell’Inghilterra, dove il 19% fa ricerca su internet, mentre il 17% compie l’acquisto online. Anche per quanto riguarda giochi e prodotti per l’infanzia gli italiani appaiono ancora piuttosto diffidenti: 3 persone su quattro, infatti, hanno riferito di preferire l’acquisto di persona.

L’e-commerce in Italia può crescere

I ricercatori di Nielsen ritengono che il commercio online possa registrare una crescita nel nostro Paese soprattutto negli acquisti di alimentari o prodotti per la persona. La maggior parte degli utenti che predilige lo shopping online inoltre preferisce farlo da pc, usufruendo della propria connessione ADSL casa, a differenza invece di quanto accade nelle zone con sviluppo tecnologico più recente (come l’Asia) dove si utilizzano anche smartphone e tablet.

Anche in Italia, però, si registra un incremento della vendita integrata, con il web che svolge un ruolo complementare rispetto al negozio fisico, anche se il 42% ha confessato di non avere troppa fiducia a dare informazioni sulla propria carta di credito (media UE 41%).

L’auspicio quindi è che, grazie a un miglioramento delle infrastrutture, anche in Italia possa esserci una maggiore fiducia nell’e-commerce per eliminare il trend a due velocità attuale.

Visualizza le migliori offerte ADSL

Commenti Facebook: