Le 5 migliori offerte luce con prezzo bloccato

Avete paura che aumenti di nuovo il prezzo dell’energia elettrica? Allora la soluzione giusta per voi sono le tariffe luce mono/biorarire a prezzo fisso per 12, 24 o 36 mesi. 

Le migliori offerte luce a prezzo bloccato

Il costo dell’energia elettrica in Italia è tra i più alti in Europa, siamo quinti con 0,21€/ kWh. Peggio di noi solo Danimarca, Germania, Belgio, Irlanda e, pari merito, Spagna e Portogallo. Secondo i dati Eurostat inoltre il costo dell’energia elettrica nel nostro Paese ha subito un aumento del 23% in 5 anni.

Per i clienti che non vogliono essere vittime di questi rialzi del mercato dell’energia elettrica la soluzione è scegliere una tariffa luce a prezzo bloccato. Di cosa si tratta? Se leggete attentamente le vostre bollette vi renderete conto che a determinare il prezzo della bolletta dell’elettricità non vi è solo il costo della materia prima, ci sono le spese di trasporto e di gestione del contatore, gli oneri di sistema e le tasse. Il prezzo dell’energia varia a seconda del fornitore, del piano tariffario e del contratto sottoscritto. La spesa per il trasporto e la gestione del contatore, gli oneri di sistema e le imposte vengono stabilite dall’Autorità. Mentre il prezzo delle materie prime vengono decisi direttamente dal fornitore a cui avete scelto di affidare le vostre utenze. Ed è sul costo di questa componente che si gioca la lotta tra le migliori offerte luce a prezzo bloccato, anche perché in genere incide per più del 40% dell’importo delle bollette.

I fornitori hanno quindi pensato dei contratti in cui il prezzo dell’energia elettrica prima non cambia per un determinato periodo di tempo, in genere 12 o 24 mesi – in alcuni casi si arriva anche a 36 mesi. Ma prima di capire quali sono le tariffe disponibili sul mercato ci sono alcuni dettagli da chiarire.

Le voci che fanno la differenza in bolletta

In primis, fate mente locale su quanto tempo passate a casa e in quali orari. Se ad esempio siete tutto il giorno in ufficio e state in casa spesso la sera e nei weekend, o se al contrario siete freelance e lavorate nella vostra cucina. Una volta capito questo potrete decidere quale offerta è più appetibile per voi:

  1. Monoraria: unico prezzo dell’energia per qualsiasi orario della giornata
  2. Bioraria: questa seconda soluzione è suddivisa per fasce orarie e prevede dei prezzi differenti in base a giorni e orari di consumo.

Se nel contratto che vi propongono leggete F1, F2 e F3, oppure F23 non vi spaventate. Si tratta delle sigle che indicano le fasce orarie proposte e sono seguite dal prezzo del costo dell’energia. Ad esempio, F2 sta per la fascia da lunedì a venerdì dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00, sabato dalle 7.00 alle 23.00 ed esclude le festività nazionali. Mentre F3 indica le ore serali e i weekend, considerati orari non di punta.

Infine, se volete risparmiare, le offerte più invitanti del momento sono quelle che prevedono un cambio del fornitore dell’energia elettrica.

Migliori offerte Luce a prezzo bloccato

Una volta chiarite le idee su questi punti, ecco quali sono i contratti proposti dai principali player a maggio 2019.

      1. Illumia offre due alternative a prezzo bloccato per 1 anno. Si può scegliere tra Luce Web e Illumia Relax, la prima è l’offerta luce monoraria è quella che al momento garantisce il miglior prezzo energia. Per i prossimi 12 giorni infatti sarà possibile attivarla alla tariffa di 0,0390 €/kWh, poi il costo della materia prima tornerà ad essere in linea con quella delle altre compagnie: intorno ai 0,055 €/kWh. Il risparmio annuo calcolato dal comparatore di SosTariffe.it rispetto al regime di maggior tutela di 75 €. La seconda tariffa è bioraria e ha un costo dell’energia di 0,089 €/kWh nelle fasce 1 e 2 e di 0,071 €/kWh nel weekend e nelle ore serali. Sottoscrivendo questo contratto e aggiungendo 4 € al mese avrete la possibilità di usufruire anche del servizio di ottimizzazione dei consumi, in pratica vi consentirà di usufruire della miglior prezzo tra quelli monorario e biorario in base ai vostri consumi.  Vai all’offerta Illumia Luce Web »
      2. La Wekiwi con la sua offerta Energia prezzo fisso 12 mesi il costo della materia prima è fissato a 0,0400 €/kWh (557,09 €/anno per un consumo stimato di 2900 kWh). Però questa tariffa viene applicata solo se il cliente possiede un contatore monorario, in caso contrario si dovrà comunicarlo all’azienda. Il sistema di questa società si basa su un’app che monitora i consumi e sul metodo Carica Mensile. L’utente sceglierà quanto fatturare mensilmente, trimestralmente o quadrimensilmente e se l’importo scelto sarà vicino al consumo medio avrà uno sconto carica sui mesi successivi, altrimenti si provvederà ad un conguaglio basato sui dati del distributore.
      3. C’è poi Engie con Energia 3.0 light Monoraria, offerta che può essere attivata anche con l’opzione combinata luce e gas naturale. Tra le cinque tariffe proposte è quella più conveniente per chi voglia anche essere certo di rispettare maggiormente l’ambiente. Infatti si tratta di un contratto per la fornitura di energia verde, con questo si intende che il fornitore certifica che l’energia elettrica consumata dal cliente viene prodotta da fonti rinnovabili. Il costo della materia prima in questo caso è di 0,0449 €/kWh ed è fisso per 2 anniScopri Energia 3.0 light Monoraria di Engie »
      4. In scadenza, ma ancora disponibile per 11 ore Sorgenia Next Energy Luce. Si tratta anche in questo caso di un contratto per una fornitura a prezzo bloccato per qualsiasi ora della giornata con un costo dell’energia di 0,064 €/kWh. Tra gli incentivi proposti per attirare i clienti ci sono:  un buono regalo Amazon da 50€; un bonus di 30€ se si porta un amico e 1800 punti per il programma Italo Treno.
      5. E.On Luce Click, con questa offerta luce si torna al costo bloccato per 12 mesi. In questo caso il prezzo dell’energia è di 0,0551 €/kWh se si sceglie la soluzione monoraria. La spesa annuale stimata su un consumo di 2900 kWh/anno per uso domestico sarà di 608,14 €. Qualora invece foste interessati alle tariffe biorarie i prezzi oscillano tra lo 0,0777€/kWh per le ore di punta (F1) e 0,0412€/kWh nelle fasce 2 e 3.

Uno sguardo alle offerte biorarie

Se la tariffa monoraria non è ciò che fa per voi perché siete dei consumatori che stanno in casa quasi esclusivamente nei weekend o nelle ore serali, ecco altre offerte interessanti che prevedono anche l’alternativa bioraria:

  • Eni propone LinkBasic Luce con un costo della materia prima di 0,058€/kWh per la tariffa monoraria e con una serie di benefici extra che vanno da 6 settimane gratuite di Sky ad un check up energetico compreso nell’offerta. La tariffa Bioraria Link Plus prevede anche uno sconto fino a 40 € se si attiva opzione Luce e gas. C’è anche una terza soluzione: Sconto Certo, si tratta di una proposta di energia verde con tariffa monoraria ( prezzo dell’energia di 0,079 €/kWh).
  • Con E-light Enel propone come offerta monoraria un costo energia pari a 0,059€ /kWh per una spesa mensile stimata di 51,27€ (615,28 €/anno). E se si porta un amico in Enel la società offre uno sconto in bolletta di 150 €.
  • Anche Edison propone due tariffe luce a prezzo bloccato: Edison Best Monoraria prevede un costo della materia prima pari a 0,0640 €/kWh (offerta monoraria). Il prezzo è fisso per 12 mesi e si può attivare solo on line. Le tariffe biorarie vanno da 0,078 €/kWh dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19 a 0,058 €/kWh per fasce serali e weekend. Edison Luce prezzo fisso il costo dell’energia in questa seconda offerta è più elevato (0,08600 € / kWh) ma il blocco dell’offerta dura 2 anni.

Commenti Facebook: