Le 4 cose che non sapevi sulla velocità ADSL

La velocità di una connessione ADSL è uno dei principali parametri di valutazione della bontà di un servizio. Ma siete sicuri di sapere tutto sulla velocità ADSL? Ecco 4 aspetti che è bene considerare quando si sceglie il proprio operatore di riferimento.

Alcune cose che potreste non sapere sull'ADSL...
Alcune cose che potreste non sapere sull'ADSL...

Una velocità o due velocità?

La velocità di una linea ADSL si misura generalmente in Mbit/s (ovvero, Megabit al secondo) e si suddivide in velocità di download e velocità di upload. La prima velocità fa riferimento alla celerità di ricezione dei dati da internet, mentre la seconda indica la velocità di trasmissione dei dati verso la rete. Di norma, quando un operatore pubblicizza un servizio di connessione ADSL, fa riferimento alla prima (download), generalmente molto più rapida della seconda. Non trascuriamo la velocità di upload: caricare immagini su Facebook, video su Youtube o sincronizzare documenti su Dropbox sono attività molto comuni che rischiano di diventare lentissime se la velocità di upload non è almeno superiore a 512 kbit/s o meglio ancora 1 Mbit/s. La situazione migliora molto per i fortunati connessi direttamente con la fibra ottica: in questo caso la velocità di upload è spesso di 10 Mbit/s effettivi.

Velocità nominale e velocità effettiva

Quando un operatore pubblicizza il suo servizio ADSL indicando la velocità di download (ad esempio, 7 o 20 Mega), si fa riferimento alla misura “nominale”, ovvero alla velocità massima che la connessione può raggiungere. Purtroppo, la velocità “reale” o effettiva può essere molto diversa (in peggio). E’ normale: la velocità delle ADSL scende molto quanto più siamo distanti dalla centrale telefonica. Attenzione, pertanto, a “fidarsi” di quanto comunica l’operatore: molto meglio invece effettuare un test di comparazione della velocità ADSL, come il nostro servizio dedicato. All’interno dell’elaboratore sarà possibile inserire il proprio Comune nell’apposito campo e, infine, chiedere al software di elaborare e ordinare per velocità le varie tariffe degli operatori attivi nella stessa municipalità. SosTariffe.it è l’unico comparatore italiano a consentire di ordinare le tariffe per velocità effettiva nel proprio comune, sfruttando i risultati di oltre 500.000 speed test accumulati dal 2010 a oggi.

Prova il nostro test di velocità

Banda minima garantita

Si noti ancora come tutti gli operatori sono obbligati a indicare la banda minima garantita nel contratto di sottoscrizione della tariffa. Per banda minima garantita intendiamo la velocità reale al di sotto della quale la connessione non dovrà scendere. Se la velocità è talmente bassa da risultare sotto la soglia minima, abbiamo diritto a un recesso dal contratto senza penali. Attenzione però: in contesti “sfortunati” la velocità minima garantita può essere addirittura di soli 256 kbit/s, difficilmente definibile “a banda larga”.

Da cosa dipende la velocità

Anche se il test di velocità ADSL fornisce ottimi risultati, può capitare che la velocità effettiva di connessione sia piuttosto deludente. Molto dipende, in questo caso, da quanto la rete è congestionata dal traffico, o ancora dall’errata configurazione del modem o di altri dispositivi utili alla navigazione. Tenete inoltre conto che più applicazioni utilizzano contemporaneamente la banda, e minore sarà la velocità di fruizione del servizio, e che il browser di navigazione può rallentare alcune applicazioni. Altre determinanti della velocità effettiva di connessione sono la qualità del “doppino” telefonico, le condizioni climatiche e la distanza dalla centrale telefonica. Tutte queste variabili spiegano perché la velocità ADSL può variare in modo significativo anche nello stesso quartiere.

Commenti Facebook: