Lampadine a risparmio energetico: basso consumo pro e contro

Primo settembre 2012. Non è la data che stabilisce la fine del mondo, ma il giorno a partire da cui non sarà più possibile immettere sul mercato lampadine a incandescenza, maggiori o uguali a 6 watt. La vecchia lampadina andrà in pensione per far posto alle più convenienti lampadine fluorescenti, dette “a risparmio energetico”. Un passo in più per risolvere il problema di come ridurre i consumi di energia elettrica.

Differenza tra la lampadina risparmio energetico e quella vecchia.

Oltre ad un’ovvia differenza di tipo tecnico, l’elemento che fondamentalmente distingue questi due tipi di lampadinè è il consumo energetico. Mentre le lampadine a incandescenza convertono solo il 5% dell’energia elettrica che consumano in luce, la nuova generazione di lampade fluorescenti compatte arriva ad essere fino all’ 80% più efficiente. Nell’ottica di migliorare la produttività energetica entro il 2020, l’Europa ha deciso di eliminare gradualmente le lampadine a incandescenza.

[caption id="attachment_17044" align="aligncenter" width="248" caption="Lampadine a risparmio energetico"]Lampadine a risparmio energetico[/caption]

Legislazione per le lampadine a basso consumo

Si è stabilito che nei paesi della comunità europea, a partire dal primo settembre 2009, fossero bandite le lampadine a incandescenza da 100 watt, stessa sorte è toccata, il primo settembre 2010, a quelle da 75 watt. Quest’anno sarà la volta delle lampadine a 60 watt ed entro il 2012 tutte le altre lampadine a incandescenza non potranno più essere prodotte. Infine nel 2016 saranno eliminate dal commercio anche le lampadine alogene.

Sicuramente questa scelta è stata effettuata per garantire una qualità di vita migliore, almeno lo speriamo. Ma non è tutto oro quello che luccica. Se le lampadine fluorescenti, note per il basso consumo energetico, permettono appunto di consumare meno energia elettrica, hanno però un forte impatto negativo sull’ambiente. Vediamone allora nel dettaglio i vantaggi e gli svantaggi.

Vantaggi del risparmio energetico

  • Basso consumo energetico
  • Risparmio in denaro
  • Impatto meno aggressivo sull’ambiente
  • Durata maggiore

Svantaggi del risparmio energetico

  • Luce debole
  • Presenza di mercurio
  • Radiazioni UV
  • Tremolio della luce
  • Difficoltà di smaltimento

Sicuramente le lampadine fluorescenti hanno una vita più lunga rispetto a quelle a incandescenza, consumano meno energia e consentono di risparmiare non pochi soldi in bolletta.

Come sempre c’è un però.

La durata della vita di una lampadina fluorescente è condizionata dal numero di accensioni e spegnimenti e per i primi minuti fornisce una luce abbastanza debole. E’ consigliabile quindi utilizzarle in stanze in cui la luce rimane accesa per lunghi periodi.

Questi sono i problemi minori.

La presenza di mercurio fa sì che queste lampadine risultino altamente inquinanti tanto da necessitare di un particolare processo di smaltimento che vieta di gettarle nei rifiuti normali, ma obbliga a portarle direttamente al rivenditore. Ben noti sono i danni per la pelle e gli occhi causati dalle Radiazioni UV emesse da queste lampadine, senza dimenticare la luce tremolante diffusa, che può causare disturbi del sonno e della concentrazione, oltre ad essere sconsigliata per lo studio o la lettura.

A ben guardare, forse, gli svantaggi sono superiori ai vantaggi. Allora che fare? Abbandonare la nuova tecnologia, che consentirebbe un netto risparmio, per tornare sulla vecchia strada?

Dicevano i latini “in medio stat virtus”, la virtù sta nel mezzo. Trovare dunque una soluzione alternativa ci sembra la soluzione migliore.

Ad esempio si potrebbe utilizzare l’illuminazione al led. Meglio ancora sarebbe cercare di sfruttare il più possibile la luce naturale, o servirsi di lampadine, fluorescenti o ad incandescenza, con parsimonia, spegnendole quando non necessarie.

Un po’ di coscienza permetterebbe di migliorare la situazione.

E voi, che tipo di illuminazione preferite? Siete propensi al risparmio o comprate ancora lampadine a incandescenza?

Commenti Facebook: