L’AIIP apprezza il piano fibra di Telecom

L’Associazione Italiana Internet Providers plaude al piano fibra di Telecom Italia, approvato la scorsa settimana dal consiglio di amministrazione e volto a mettere sul piatto 3 miliardi di euro per diffondere la banda larga in Italia riducendo il digital divide. Consensi anche per la decisione di non rilevare il capitale di Metroweb evitando così in partenza le eventuali problematiche dell’Antitrust.

Fibra
Approvata anche la decisione di non rilevare il capitale di Metroweb

Secondo quanto dichiarato dall’AIIP, l’associazione è convinta che «nell’interesse del sistema Paese e per la necessaria tutela della concorrenza, Metroweb non debba essere controllata da operatori TLC che offrono servizi al pubblico», come sarebbe stato appunto il caso per Telecom Italia.

Bene anche l’investimento per la fibra ottica, che in particolare vedrà 500 milioni di euro dell’investimento dedicati all’architettura Ftth, cioè con tecnologia Fiber to the home, che porta la fibra fino al cliente senza appoggiarsi al “vecchio” doppino di rame come succede nell’approccio Fttc.
Scopri TuttoFibra
AIIP auspica inoltre che l’Agcom «continui a vigilare sulle corrette, trasparenti e non discriminatorie modalità di fornitura di servizi all’ingrosso da Telecom Italia ai concorrenti anche sulla nuova rete in fibra ottica, considerato che la stessa sarà realizzata anche grazie ad incentivi pubblici e che la nuova rete in fibra potrebbe portare ad una diminuzione della concorrenza in quanto richiede una massa critica di clienti ben superiore rispetto agli investimenti in unbundling, che peraltro divengono obsoleti nelle zone di copertura di nuova generazione».

Commenti Facebook: