La TV in soggiorno ora si guarda dallo smartphone

L’evoluzione tecnologica avvenuta negli ultimi anni ha contribuito a modificare le abitudini degli utenti: sono sempre di più le persone che ora guardano la TV in soggiorno dal proprio smartphone. A confermarlo sono tre studi recenti sui comportamenti dei cittadini europei e non solo. Questo modo di agire è reso possibile dagli strumenti che consentono di guardare i propri programmi preferiti da dispositivi mobili.

E' in crescita il numero degli utenti che guardano la TV dallo smartphone

La diffusione di dispositivi come computer e device mobili ha contribuito a modificare le abitudini dei consumatori nel tempo libero. A confermare questo scenario sono tre studi in cui si evidenzia l’utilizzo di modalità di visione non tradizionali e come sempre più spesso si scelga di guardare la TV in soggiorno dallo smartphone.

Come cambiano le abitudini degli utenti

Particolarmente significativo è quanto accade nel Regno Unito, dove solo il 50% degli adulti che hanno la possibilità di accedere a Internet considera che “la TV sia l’elemento centrale del soggiorno”. A confermarlo è l’analisi effettuata dall’Internet Advertising Bureau (IAB) britannico. Anche i giovani tra i 16 e i 34 anni hanno ormai modificato il loro modo di agire: l’87% di loro ha confessato di utilizzare un secondo schermo quando si trova davanti alla televisione.

Questi risultati sono stati confermati da altri due studi americani che si sono occupati di analizzare cosa fanno in USA durante il Super Bowl. Anche qui si evidenzia una forte diffusione di modalità di visione differente da quelle tradizionali.

Secondo quanto riscontrato da “Think with Good”, infatti, l’82% delle ad search condotte nel corso della diretta televisiva sono avvenute sui cellulari, mentre solo l’11% su desktop e il 7% su tablet. La ricerca effettuata da Localytics, invece, ha registrato la media di app lanciate durante l’evento dagli utenti di smartphone: qui si è osservato che la maggior parte delle interazioni è avvenuta nel corso della partita. Significativo anche l’uso del secondo schermo da parte degli spettatori, che hanno lanciato per app musicali e di intrattenimento, mentre erano sintonizzati sul match.

Sei alla ricerca della migliore offerta per navigare in Internet mobile? Premi qui sotto:

Vai alle offerte Internet Mobile

Come guardare la TV da dispositivi mobili

La TV in streaming è ormai sempre più diffusa anche in Italia grazie ai vari operatori che consentono di guardare i contenuti da PC, smartphone e tablet. Questo consente di non perdere mai i propri programmi preferiti per gustarli in ogni posto e in ogni momento.

E’ possibile così sintonizzarsi sulle reti Rai e Mediaset scaricando l’apposita applicazione (Rai.tv per l’emittente di Stato e Video Mediaset per il Biscione) dallo store online del proprio dispositivo (Play Store se si ha un device Android o App Store se invece si ha un iPhone). Se invece si preferisce fruire di maggiori contenuti si può optare per Sky Online, pensato per chi non vuole o non può abbonarsi a Sky ma vuole accedere all’offerta proposta dalla piattaforma satellitare senza vincoli come il rinnovo automatico o la necessità di comunicare la disdetta.

E’ possibile accedere alla TV via Internet di Murdoch scegliendo tra due diverse modalità: i ticket mensili, che possono essere disattivati quando si preferisce, e i ticket Sport, adatti a guardare partite o tornei acquistabili singolarmente o validi per un intero weekend.

Vuoi conoscere informazioni aggiornate su prezzi e opzioni disponibili? Clicca sul pulsante verde qui sotto:

Vai alle offerte Sky Online

Per iniziare ad apprezzare l’offerta di Sky Online è necessario registrarsi, operazione che può essere effettuata gratuitamente da un PC o da un Mac, ma non attraverso lo smartphone. Si deve ovviamente essere dotati di una connessione a banda larga e di un dispositivo abilitato per iniziare la visione.

Non appena è stato creato l’account e si è scelta la promozione adatta per soddisfare le proprie esigenze, è possibile fruire del servizio. I contenuti sono suddivisi per categorie ed è quindi piuttosto semplice navigare tra le locandine. E’ possibile eventualmente vedere i programmi in lingua originale o con i sottotitoli, oltre a poter attivare, se interessati, il parental control, la funzione che consente di monitorare e bloccare alcuni contenuti se ritenuti non adatti ai più piccoli.

Le diverse proposte disponibili hanno quindi certamente favorito la diffusione di una nuova modalità di visione che fa sì che sempre più spesso ora la TV in soggiorno si guardi dallo smartphone in modo intuitivo e personalizzato.

Commenti Facebook: