La Grande Bellezza di Sorrentino vince l’Oscar: ecco dove guardarlo

Con un ringraziamento speciale alle proprie fonti di ispirazione, come “Federico Fellini, Martin Scorsese, Maradona, Roma, Napoli e alla mia più grande bellezza personale, Daniela, Anna e Carlo”, Paolo Sorrentino da il benvenuto all’Oscar per “La Grande Bellezza” come miglior film straniero.

Vittoria come miglior Film straniero. Canale 5 lo trasmetterà in prima assoluta domani sera

Il film italiano supera, quindi, dei concorrenti di ottimo livello, come il belga “Alabama Monroe – Una storia d’amore” (di Felix van Groeningen), il danese “Il Sospetto” (di Thomas Vinterberg), il cambogiano-francese “L’Image Manquante” (di Rithy Panh) e il palestinese “Omar” (di Hany Abu-Assad).

Un successo annunciato, che arriva 15 anni dopo la vittoria de “La Vita è Bella” di Roberto Benigni e porta a 13 le statuette vinte dal Cinema italiano nella storia, superando la Francia. Per domani Canale 5 trasmetterà in prima tv assoluta la pluripremiata pellicola, a partire dalle ore 21.10. Non è mai successo che un film venisse trasmesso in una tv non a pagamento a pochissimo tempo dall’arrivo nei cinema.

Confronta offerte TV

“La Grande Bellezza”, presentato ufficialmente al Festival di Cannes dello scorso anno, ha già ottenuto altri importantissimi riconoscimenti, come ad esempio il Golden Globe (l’ultimo film italiano a vincerlo è stato “Nuovo Cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore, nel lontano 1989), il BAFTA Award, quattro European Film Awards e numerosi premi meno conosciuti ma molto ambiti. L’ultimo film italiano ad avere avuto una nomination all’Oscar, non riuscendo però a vincere il premio è stato “La bestia Nel Cuore”, di Cristina Comencini, nel 2006.

Un grande successo per un regista giovane e apprezzato molto anche all’estero, quindi, che contribuirà inoltre a calamitare maggiore attenzione sulla capitale da parte dei turisti. Proprio per questo motivo cominciano già a proliferare delle offerte o dei pacchetti dedicati da parte delle agenzie di settore che permetteranno agli appassionati di ripercorrere i luoghi e le atmosfere della storia di Sorrentino.

Un film di grande livello, per diversi critici quasi una sorta di seguito del capolavoro “La Dolce Vita” di Federico Fellini (neppure quest’ultima pellicola era riuscita a vincere l’ambita statuetta), che entra meritatamente negli annali della storia cinematografica internazionale. Tra i principali attori del cast ricordiamo Carlo Verdone, Toni Servillo, Jep Gambardella, Giorgio Pasotti e Sabrina Ferilli.

Non anticipiamo nulla sulla trama: per scoprire tutto su “La Grande Bellezza” potrete recarvi in uno dei cinema dove viene proiettato in questi giorni oppure guardare l’evento speciale di Canale 5, come vi abbiamo anticipato inizialmente.

Se volete conoscere tutti i vincitori della Notte degli Oscar 2014, date un’occhiata alla lista qui in basso:

  • FILM: “12 anni schiavo”
  • REGIA: Alfonso Cuarón per “Gravity”
  • ATTORE PROTAGONISTA: Matthew McConaughey per “Dallas Buyers Club”
  • ATTRICE PROTAGONISTA: Cate Blanchett per “Blue Jasmine”
  • ATTORE NON PROTAGONISTA: Jared Leto in “Dallas Buyers Club”
  • ATTRICE NON PROTAGONISTA: Lupita Nyong’o in “12 anni schiavo”
  • FILM D’ANIMAZIONE: “Frozen”
  • FILM STRANIERO: “La Grande Bellezza”
  • SCENEGGIATURA ORIGINALE: Spike Jonze per “Lei”
  • SCENEGGIATURA NON ORIGINALE: John Ridley per “12 anni schiavo”
  • CORTO D’ANIMAZIONE: “Mr. Hublot”
  • FOTOGRAFIA: Emmanuel Lubezki per “Gravity”
  • SCENOGRAFIA: Catherine Martin e Beverley Dunn per “Il Grande Gatsby”
  • COLONNA SONORA ORIGINALE: Steven Price per “Gravity”
  • SONORO: Glenn Freemantle per “Gravity”
  • MONTAGGIO SONORO: Skip Lievsay, Niv Adiri, Christopher Benstead e Chris Munro per “Gravity”
  • TRUCCO: Adruitha Lee e Robin Mathews per “Dallas Buyers Club”
  • COSTUMI: Catherine Martin per “Il Grande Gatsby”
  • CORTO DOCUMENTARIO: “The Lady in Number 6: Music Saved My Life”
  • CORTOMETRAGGIO: “Helium”
  • DOCUMENTARIO: “20 Feet from Stardom”
  • EFFETTI VISIVI: Tim Webber, Chris Lawrence, David Shirk e Neil Corbould per “Gravity”
  • MONTAGGIO: Alfonso Cuarón e Mark Sanger per “Gravity”
  • CANZONE ORIGINALE: “Let it go” di Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez per “Frozen”

Commenti Facebook: