La Borsa italiana giudica Telecom in attesa dei conti

In attesa dei conti 2014 di Telecom Italia, e ancor più del piano industriale per un anno che si annuncia decisivo (non solo per il gruppo guidato da Marco Patuano, ma per tutto il panorama italiano delle tlc), la società è sotto la lente della Borsa Italiana, con l’interrogativo del possibile ingresso di investitori nel capitale.

Telecom
Secondo gli analisti i risultati del 2014 dovrebbero evidenziare un miglioramento

A questo proposito, al momento molti analisti consigliano cautela, anche visto il momento delicato che potrebbe portare a ipotesi di consolidamento anche clamorose: prima fra tutte quella tra H3G e Wind, data quasi per certa da Il Giornale dopo che si erano rincorse per anni le voci a proposito di una fusione.

Ancora non chiara, per gli analisti, la strategia in Brasile, con l’eventuale accordo con Oi rimandato a data da destinarsi, così come l’ipotesi alternativa, la cessione degli asset. Da ricordare poi che con la scissione di Telco nei prossimi mesi ci sarà la vendita delle quote di Generali, Mediobanca e Intesa Sanpaolo.
Scopri TuttoFibra
In Italia, invece, ancora tutto fermo per Metroweb, la società controllata da F2i e key player nel settore della fibra ottica italiana. C’è comunque ottimismo per i conti di Telecom Italia da parte degli analisti: si dovrebbe infatti evidenziare un miglioramento rispetto allo scorso anno, con una certa stabilità nel settore mobile e dati più positivi per la banda larga.

Commenti Facebook: