Klout: chi è il più amato tra i social network?

Klout ha cercato di rispondere a questo quesito facendone un servizio, adesso per Joe Fernandez e soci però la situazione è cambiata. Non c’è mai realmente stata la risposta tanto agognata per start up di San Francisco di fronte a tutto ciò e pare adesso pertanto logico cambiare traiettoria, puntare su un altro sentiero collaterale, sempre tenendo d’occhio la possibilità di incontrare finalmente il più grande influencer di sempre.

Non più solo score per Klout

Se ci si avventura nelle maglie del sito ufficiale di Klout, e si vanno a vedere i profili che vengono ricercati dalla giovane azienda californiana, subito ci si rende conto che per lavorare a Klout non si deve avere una passione per i social, bisogna avere qualcosa di superiore, un’estrema dedizione per quanto riguarda i social media è caldamente richiesta.

La parola d’ordine è diventare influenti sul web, sui social per chi “vive” da Klout. Tramontato il sogno dello score per Kloute basato appunto su quanto una persona avesse influenza sui social network il nesso della faccenda si è tutto spostato sulla questione che per Klout adesso diventa cruciale la vera e propria condivisione dei contenuti.

Il sito ufficiale è infatti un’ottima guida per poter capire come condividere i contenuti sui social network, avere più visbilitò tra le mille possibilità digitali, ma soprattutto è una piattaforma che cerca di aiutare le persone a condividere meglio, e in maniera più sana e proficua la grande varietà di contenuti che ci capita di fruire ormai anche involontariamente.

Confronta Offerte Internet Mobile »

Commenti Facebook: