IVA al 21%: aumenti per computer, smartphone e tablet?

Come annunciato già da qualche giorno, l’aliquota più alta dell’IVA subirà un aumento di un punto percentuale, portandosi dal 20 al 21%, come previsto dall’ultima manovra economica approvata dalla Camera proprio ieri, con 314 voti a favore e 300 contrari. Ma quali saranno i prodotti che subiranno l’aumento di prezzo?

A quanto pare il settore tecnologico ne sarà colpito: computer, tablet, smartphone, TV, fotocamere, dispositivi per la connessione ad Internet, ecc…Nel nostro paese non tutto il mercato della tecnologia è in crisi: il settore mobile, infatti, prosegue la sua ascesa, in controtendenza invece con il calo di vendite di altri prodotti, quali PC, TV e impianti audio.

Un aumento dell’IVA, secondo Pierluigi Bernasconi di Mediamarket, potrebbe ribassare ancora gli acquisti, contraendo la domanda e causando una sorta di effetto boomerang sull’economia: nonostante l’aumento di un solo punto percentuale, infatti, l’intervento sull’aliquota “andrebbe a sommarsi alla crisi economica già in atto.

Resta da capire, quindi, quali saranno le effettive mosse dei rivenditori: è possibile, infatti, che l’aumento non abbia ripercussioni significative sui prezzi dei prodotti soggetti a IVA al 21%, come già accaduto in altri paesi, soprattutto per quanto riguarda il mercato dell’elettronica.

C’è, però, chi teme aumenti ingiustificati, al di sopra dell’1% previsto, solo per approfittare della situazione, soprattutto nel settore cellulari e tablet, dove il trend è ancora positivo. Sarà davvero così? I primi effetti dell’aumento dell’IVA si dovrebbero manifestare tra qualche settimana, forse tra un mese o due, quando verranno esaurite le grosse partite di prodotti acquistate e offerte con la precedente aliquota e dai rivenditori.

Commenti Facebook: