Italiani: film e TV ora viaggiano su Internet

Malgrado una qualità di connessione non sempre elevatissima, gli italiani fanno sempre più ricorso a Internet per la fruizione di contenuti come serie TV, film, eventi sportivi e programmi di vario tipo: siamo nel pieno dell’era dei consumi digitali, e a farla da padrone ora sono PC, tablet, smartphone e perfino console di gioco.

Rapporto-Accenture
Più della metà degli italiani pagherebbe un extra per connessioni migliori

Secondo il rapporto Accenture Digital Consumer Survey 2014, oltre la metà degli intervistati, per l’esattezza il 54%, guarda almeno una volta al giorno film e programmi TV via Internet, e il 34% – un italiano su tre – con frequenza settimanale, a rimarcare una crescita dello streaming video (ad esempio Sky Online) sempre più prepotente.
Vai a Sky Online
Il grande problema italiano, però, è la velocità delle connessioni. Il rapporto Accenture proprio a questo proposito mette in luce alcune osservazioni interessanti: la maggior parte degli intervistati si lamenta della qualità del suo collegamento a Internet, e quasi un terzo (tra il 23% e il 31%) accusa difficoltà quotidiane nella fruizione di contenuti, sia a casa che via mobile. Non solo: più della metà si dice disposta a pagare un extra per una connessione più veloce e di qualità superiore.

Emblematico il commento di Massimo Morielli, Responsabile Media&Entertainment di Accenture: «questo non può che essere un segnale positivo per i proprietari dei contenuti e i fornitori dei servizi, che stanno investendo sempre di più nella banda larga ultra-veloce. Il fatto che i consumatori siano anche disposti ad una spesa maggiore è indice di una grandissima fiducia nella validità dei servizi extra».
Confronta le migliori ADSL

 

Commenti Facebook: