IPTV: decoder unico per Telecom, Wind e Fastweb

L’IPTV (acronimo di Internet Protocol Television) è un sistema di teleradio diffusione che utilizza l’infrastruttura di trasporto IP per veicolare contenuti audiovisivi in formato digitale attraverso connessione internet a banda larga.

Sembra che anche nel nostro Paese qualcosa si stia muovendo. Tre tra  i maggiori operatori di rete fissa italiani hanno promosso su internet la televisione digitale più all’avanguardia. Telecom Italia, Fastweb e Wind puntano sempre più alle “sinergie”, nella convinzione che questa sia la via migliore per la diffusione dell’IPTV in Italia.

I tre provider si sono mossi concretamente progettando un decoder unico per questa piattaforma. Tale decoder dovrebbe fare uso di uno standard comune e potrebbe rappresentare un’importante spinta per il passaggio a questa nuova tecnologia e non solo. Consentirà, inoltre, un abbattimento dei costi di produzione e l’aggiornamento del decoder con il risultato di prezzi più bassi per i clienti.

Obiettivo principale sarà diffondere la piattaforma IPTV in Italia e giocare un ruolo di primo piano nel momento in cui vi sarà il completo passaggio tra TV tradizionale via etere e le tecnologie digitali entro il 2012.

La novità più interessante è la possibilità di accedere all’intera offerta televisiva italiana ( intesa come TV satellitare, digitale terrestre e IPTV) attraverso un decoder unico. È naturale, quindi, pensare che la concorrenza non avrà più il suo fulcro nella piattaforma utilizzata quanto sui contenuti offerti, dando inevitabilmente più potere di scelta agli utenti.

Rimane purtroppo il problema del Digital Divide per garantire il successo dell’IPTV; troppe persone nel nostro Paese non sono ancora raggiunte dalla banda larga e questa situazione, paradossalmente, potrebbe accentuare il problema.

>IPTV (acronimo di Internet Protocol Television) è un sistema di teleradio diffusione che utilizza l’infrastruttura di trasporto IP per veicolare contenuti audiovisivi in formato digitale attraverso connessione internet a banda larga.

Sembra che anche nel nostro Paese qualcosa si stia muovendo. Tre tra  i maggiori operatori di rete fissa italiani hanno promosso su internet la televisione digitale più all’avanguardia. Telecom Italia, Fastweb e Wind puntano sempre più alle “sinergie”, nella convinzione che questa sia la via migliore per la diffusione dell’IPTV in Italia.

I tre provider si sono mossi concretamente progettando un decoder unico per questa piattaforma. Tale decoder dovrebbe fare uso di uno standard comune e potrebbe rappresentare un’importante spinta per il passaggio a questa nuova tecnologia e non solo. Consentirà, inoltre, un abbattimento dei costi di produzione e l’aggiornamento del decoder con il risultato di prezzi più bassi per i clienti.

Obiettivo principale sarà diffondere la piattaforma IPTV in Italia e giocare un ruolo di primo piano nel momento in cui vi sarà il completo passaggio tra TV tradizionale via etere e le tecnologie digitali entro il 2012.

La novità più interessante è la possibilità di accedere all’intera offerta televisiva italiana ( intesa come TV satellitare, digitale terrestre e IPTV) attraverso un decoder unico. È naturale, quindi, pensare che la concorrenza non avrà più il suo fulcro nella piattaforma utilizzata quanto sui contenuti offerti, dando inevitabilmente più potere di scelta agli utenti.

Rimane purtroppo il problema del Digital Divide per garantire il successo dell’IPTV; troppe persone nel nostro Paese non sono ancora raggiunte dalla banda larga e questa situazione, paradossalmente, potrebbe accentuare il problema.

Commenti Facebook: