iPhone ed iPad di vecchia generazione banditi dal mercato USA per violazione di brevetti Samsung

Quella che ormai possiamo definire come la battaglia legale del secolo, che vede coinvolti i due più grandi produttori di smartphone e tablet, Samsung ed Apple, questa volta ha dato ragione ai coreani, che sono riusciti a far bandire dal mercato americano i primi dispositivi iPhone ed iPad.

Il motivo? L’ITC, l’ente americano che si occupa della gestione dei brevetti e delle proprietà intellettuali registrate, ha riconosciuto la violazione da parte di Apple del brevetto 7,706,348 proprietario di Samsung, che riguarda l’uso di tecnologie legate allo standard UMTS, ed applicate ad oggi in numerosi se non in tutti i cellulari, smartphone e dispositivi elettronici di ultima generazione.

Il colosso di Cupertino si è difeso tramite il fatto che il brevetto in questione rappresenta un FRAND, una tecnologia così essenziale per il settore che obbliga i proprietari della stessa a concederla in licenza a tutti gli interessati, per garantire lo sviluppo del mercato ed una concorrenza giusta.

Tuttavia, la decisione è stata presa, e soltanto il Presidente degli Stati Uniti potrà decidere se rovesciare il verdetto, grazie ai poteri conferitegli dalla stessa legge USA.

Qualcuno potrebbe pensare dell’inefficacia di un simile provvedimento, visto che sono pochi ormai i prodotti Apple di passate generazioni in vendita. Tuttavia per possibili ripercussioni anche sul mercato attuale, la decisione resta comunque di vitale importanza; non è un caso che dopo questa sentenza Apple abbia perso in borsa una cifra piuttosto consistente in riferimento al valore delle sue stesse azioni.

Commenti Facebook: