iPhone 6: le caratteristiche secondo Ming Chi-Kuo, analista presso KGI Securities

KGI Securities prevede due modelli di iPhone 6, uno con schermo da 4,7 pollici e uno con display da 5,5 pollici. Entrambi spinti dal chip A8 e dotati di Touch ID. Il tasto Standby/Riattiva sarà spostato su lato del melafonino per assicurare la migliore ergonomia possibile. 

KGI Securities prevede due modelli di iPhone di nuova generazione
Apple lancerà due modelli di iPhone di nuova generazione. Le previsioni di KGI Securities in merito a caratteristiche e data di uscita.

Saranno due i modelli di iPhone di nuova generazione. Ne è convinto anche Ming-Chi Kuo, analista in forze a KGI Securities, secondo cui Apple proporrà il cosiddetto iPhone 6 in due declinazioni: una con schermo da 4,7 pollici e una con display da 5,5 pollici. Kuo è uno degli analisti che godono di maggior credito presso la stampa specializzata.

Confronta offerte per iPhone

Kuo aveva in precedenza manifestato scetticismo in merito alla possibilità di vedere a scaffale un nuovo iPhone dotato di un pannello la cui diagonale avrebbe superato i 5 pollici di lunghezza. Perché uno schermo di tali dimensioni avrebbe compromesso la qualità dell’esperienza utente in termini di ergonomia.

Nella nota agli investitori in cui l’analista ha fornito le sue previsioni, Kuo scrive però che una consistente platea di consumatori assegna priorità all’esperienza di visualizzazione e mette in secondo piano la possibilità di gestire uno smartphone con una sola mano.

Il modello di iPhone 6 con schermo da 4,7 pollici offrirà una risoluzione di 1334 x 750 pixel e una densità di pixel per pollice pari a 326 ppi, mentre il modello con display da 5,5 pollici, dimensioni proprie del segmento phablet, supporterà una risoluzione di 1920 x 1080 pixel a 401 ppi.

Entrambi i pannelli, pertanto, potranno fregiarsi dell’etichetta display Retina, stando alle previsioni di Kuo. L’analista sostiene inoltre che le due declinazioni di iPhone 6 manterranno la medesima aspect ratio di iPhone 5. Una soluzione che eviterebbe agli sviluppatori di mettere mano sulle applicazioni per la seconda volta in tre anni.

iPhone 6 sarà spinto dal nuovo chip A8, assistito da 1GB di RAM, prosegue Kuo. Apple non mancherà di integrare in entrambi i modelli il sensore Touch ID per la lettura delle impronte digitali né di introdurre il supporto per la tecnologia NFC (Near Field Communication), aggiunge l’analista.

La cornice laterale dello schermo sarà più sottile nell’ordine del 10-20%, lo spessore di iPhone 6 si attesterà tra i 6,5 e i 7 millimetri, e il tasto Standby/Riattiva sarà spostato dal bordo superiore a quello laterale. Interventi che faciliteranno la gestione con una sola mano del modello con schermo da 4,7 pollici, evidenzia Kuo. 

Il modello di iPhone 6 con display da 5,5 pollici si caratterizzerà per l’impiego di una batteria con capacità maggiore rispetto a quella in dote ad iPhone 5S, per alimentare lo schermo più grande. Non è dato sapere, al momento, se la maggiore capacità della batteria impatterà in positivo anche sull’autonomia di iPhone 6 o se la stessa servirà soltanto per sostenere le richieste energetiche del displaymaxi.

Potrebbe darsi che lo schermo in vetro zaffiro sarà montato soltanto sul modello di iPhone 6 con display da 5,5 pollici e con la maggiore capacità di archiviazione, aggiunge l’analista.

La fotocamera posteriore di iPhone 6 sarà ancora da 8 megapixel con apertura f/2.2, sostiene Kuo, ma Apple introdurrà tecnologie per la stabilizzazione ottica delle immagini al fine di migliorare la qualità del reparto fotografico.

Il modello di iPhone 6 con schermo da 4,7 pollici debutterà sul mercato nel terzo trimestre 2014, mentre il cosiddetto iPhablet raggiungerà lo scaffale verso la fine dell’anno, prevede Kuo. La produzione di iPhone 4S e iPhone 4 terminerà, mentre iPhone 5S e iPhone 5C rimarranno a catalogo a prezzi di listino ribassati.

Commenti Facebook: