Internet Wi-fi a bordo dei treni Frecciarossa

Come già annunciato ieri, i treni Frecciarossa metteranno a disposizione, entro l’anno, l’accesso ad internet in banda larga grazie a un sistema di stazioni Wi-fi installati sui convogli e il potenziamento della rete 3G da parte di Telecom Italia.

Inoltre Trenitalia provvederà a installare dei sistemi sui treni che permetteranno ai passeggeri di prenotare alberghi, taxi, automobili, avere informazioni sulla città di destinazione e ancora molto altro (Sorge il dubbio che sarà sempre a pagamento).

Dopo l’euforia iniziale della notizia una riflessione è d’obbligo: di sicuro la connessione Wi-fi (nonostante gli 80 euro di biglietto in seconda classe Roma-Milano) non sarà gratis. Forse, sarà inclusa nella prima classe, ma ancora non ci arrivano conferme in merito.

Come riporta Alessandro, negli altri Paesi è attiva da parecchi anni e anche in parte gratuita. In Italia, il costo totale per l’installazione dei ripetitori 3G a bordo treni, delle antenne e dell’isolamento elettromagnetico sui treni, sfiora la cifra di 20 milioni di euro.

Nonostante si legga che le infrastrutture realizzate saranno aperte anche agli altri operatori Telecom Italia al momento è l’unica a fornire l’accesso Wifi a banda larga. Quindi per chi non ha un cellulare Tim, che può usufruire del potenziamento della rete e navigare direttamente su chiavetta o dal cellulare, è costretto a sottoscrivere un pacchetto Wi-fi Telecom Italia.

Gli altri operatori se vorranno entrare si troveranno la stessa situazione del mercato ADSL: quando si possiede la rete il costo di accesso lo si decide in modo da offrire tutti un prezzo uguale, senza concorrenza, al cliente finale.

a title=”frecciarossa internet wifi sul treno” href=”http://sostariffe.it/news/2010/02/22/trenitalia-internet-wifi-sui-treni-frecciarossa/”>annunciato ieri, i treni Frecciarossa metteranno a disposizione, entro l’anno, l’accesso ad internet in banda larga grazie a un sistema di stazioni Wi-fi installati sui convogli e il potenziamento della rete 3G da parte di Telecom Italia.

Inoltre Trenitalia provvederà a installare dei sistemi sui treni che permetteranno ai passeggeri di prenotare alberghi, taxi, automobili, avere informazioni sulla città di destinazione e ancora molto altro (Sorge il dubbio che sarà sempre a pagamento).

Dopo l’euforia iniziale della notizia una riflessione è d’obbligo: di sicuro la connessione Wi-fi (nonostante gli 80 euro di biglietto in seconda classe Roma-Milano) non sarà gratis. Forse, sarà inclusa nella prima classe, ma ancora non ci arrivano conferme in merito.

Come riporta Alessandro, negli altri Paesi è attiva da parecchi anni e anche in parte gratuita. In Italia, il costo totale per l’installazione dei ripetitori 3G a bordo treni, delle antenne e dell’isolamento elettromagnetico sui treni, sfiora la cifra di 20 milioni di euro.

Nonostante si legga che le infrastrutture realizzate saranno aperte anche agli altri operatori Telecom Italia al momento è l’unica a fornire l’accesso Wifi a banda larga. Quindi per chi non ha un cellulare Tim, che può usufruire del potenziamento della rete e navigare direttamente su chiavetta o dal cellulare, è costretto a sottoscrivere un pacchetto Wi-fi Telecom Italia.

Gli altri operatori se vorranno entrare si troveranno la stessa situazione del mercato ADSL: quando si possiede la rete il costo di accesso lo si decide in modo da offrire tutti un prezzo uguale, senza concorrenza, al cliente finale.

Commenti Facebook: