Internet veloce: progetto regione Veneto per le aree rurali

Considerato che la disponibilità di un accesso costante e rapido alla rete costituisce un elemento indispensabile per qualsiasi settore produttivo, e che troppo spesso le aree rurali italiane sono contraddistinte da livelli di arretratezza infrastrutturale che penalizzano le attività locali nella disponibilità del web, la regione Veneto ha ben pensato di avviare una nuova iniziativa che finanza l’avvio di nuove azioni di abbattimento del digital divide.

Il progetto permetterà pertanto alle persone e alle aziende che operano nelle aree rurali di poter ottenere un migliore accesso alla rete su tutto il territorio regionale. I primi risultati sarebbero già evidenti: nella sola area vicentina sono state realizzate quattro strutture necessarie, e altre due saranno presto aggiunte alla lista di interventi utili. Nella provincia di Belluno gli impianti sono dieci, a Rovigo si trovano sei strutture e a Verona ne sono state aggiunte altre due.

 

In cantiere la regione ha invece previsto altre 17 unità (alcuni in fase di realizzazione, altre ancora da avviare): in totale, un investimento complessivo di 22 milioni di euro, 46 linee da abilitare e – soprattutto – ben 120 mila cittadini da raggiungere.

Scopri come navigare in ADSL

Particolarmente soddisfatto del lavoro svolto (e di quanto sarà realizzato nelle prossime settimane) l’assessore all’agricoltura Franco Manzato, secondo cui l’agricoltura si fa non solamente nei campi e nelle stalle, ma anche nei computer e nel collegamento con i mercati, i fornitori, la ricerca, le istituzioni.

Commenti Facebook: