Internet: si sgonfia il fenomeno dei Bitcoin?

Il fenomeno dei Bitcoin, la “criptomoneta” per eccellenza, potrebbe subire un graduale “sgonfiamento” del suo appeal. Artefice di questo deterioramento è la Cina, che in precedenza era altresì stata una delle maggiori fruitrici della “moneta di internet”.

Arriva la prima banca che assicura i depositi di bitcoin
Arriva la prima banca che assicura i depositi di bitcoin

Il governo cinese si è infatti dichiarato apertamente diffidente nei confronti dei Bitcoin, definendola come uno strumento “inaffidabile” poichè non emesso nè regolamentato da una autorità monetaria centrale che ne possa controllare e monitorare l’andamento. Una dichiarazione particolarmente esplicita, che ha indotto numerosi web-player cinesi (su tutti, Baidu) a interrompere la possibilità di compiere transazioni commerciali mediante tale valuta virtuale.

Confronta le offerte internet »

Non sembra un caso, inoltre, che la scelta del governo di Beijing giunga a margine di un rally molto consistente della valuta, che negli ultimi mesi si è resa protagonista di un apprezzamento che l’ha condotta a superare quota 1.200 dollari a pezzo. Dopo la decisione della Cina, però, il valore dei Bitcoin ha iniziato a scendere in maniera vertiginosa, per poi risollevarsi – solo parzialmente – intorno a quota 700 dollari.

Ad ogni modo, la “fuga” della Cina dai Bitcoin potrebbe essere compensata dal rinnovato interesse mostrato da diversi mercati finanziari nei confronti di tale criptovaluta. Il destino della valuta virtuale del web sembra essere piuttosto burrascoso ma, forse, non tutto è perduto.

Commenti Facebook: