Internet, scatta l’allarme Heartbleed

Si chiama Heartbleed e, se i timori verranno confermati, potrebbe trattarsi di uno dei bug più pericolosi che il web abbia dovuto fronteggiare nella sua non piùè breve storia: scoperta da un gruppo di ricercatori finlandesi e da un team di sicurezza di Google, Heartbleed potrebbe già aver causato la più grande “falla” della storia di internet, con una voluminosa fuga di dati.

Non accenna ad attenuarsi l'allarme per uno dei bug più pericolosi
Non accenna ad attenuarsi l'allarme per uno dei bug più pericolosi

Il New York Times affermava poche ore fa che gli hacker hanno sfruttato questa fuga di dati per poter prender possesso di elementi particolarmente sensibili, e che – sintetizzando – a finire al centro dello scandalo informatico sarebbe stato proprio uno dei sistemi apparentemente in grado di fornire la massima consapevolezza di sicurezza all’utente: il protocollo OpenSSL, uno dei più diffusi per il criptaggio delle informazioni che viaggiano sui server di mezzo mondo.

Confronta le proposte internet »

Da Yahoo! a Flick, passando per i principali colossi del web, è difficile ipotizzare che qualcuno non sia stato colpito da questa incredibile falla nella rete. Una falla che – sosteneva lo stesso quotidiano – potrebbe rendere necessaria la sostituzione immediata delle password storicamente utilizzate sui propri servizi online, e che condurrà probabilmente le società che gestiscono i siti web interessati dal flop a modificare le chiavi virtuali di criptaggio dei messaggi e dei dati scambiati.

Commenti Facebook: