Internet satellitare, che cosa succede con il cambio al vertice del Governo?

Lo scossone politico per la guida del Governo italiano potrebbe influenzare anche la banda larga via satellite. Un emendamento al decreto legge «Destinazione Italia» presentato qualche giorno fa dalla deputata Deborah Bergamini di Forza Italia riguarda infatti il sostegno alle piccole e medie imprese italiane che operano in zone dove si sentono più forte gli effetti del digital divide. Ma quale sarà ora il futuro del decreto?

Accordo per la fornitura di servizi satellitari di comunicazione
Accordo per la fornitura di servizi satellitari di comunicazione

Secondo l’emendamento, si dovrebbero estendere i finanziamenti a fondo perduto previsti per le realtà produttive in digital divide con voucher inferiori ai 10.000 euro anche per – secondo il testo della proposta – «permettere il collegamento ad internet mediante la tecnologia satellitare, attraverso l’acquisto e l’attivazione di decoder e parabole, in quelle aree dove le condizioni geomorfologiche non consentano l’accesso a soluzioni adeguate attraverso le reti terrestri».
Confronta le offerte di Tooway per il satellitare
Negli ultimi giorni la discussione per la conversione del decreto «Destinazione Italia» ha fatto registrare livelli molti alti di polemica, creando di fatto una situazione molto caotica. Con il cambio al vertice del Governo, è possibile che il panorama cambi ulteriormente, anche se è ancora difficile capire esattamente in che modo. Matteo Renzi è da sempre un convinto sostenitore della necessità di un forte investimento per la banda larga in Italia: ora si vedrà se l’emendamento per il satellitare passerà oppure no, o, ancora, se entrerà invece a far parte di un nuovo pacchetto a più ampio spettro.

Commenti Facebook: