di

Internet non crea danni al cervello dei più giovani

Nonostante i timori espressi da più parti, secondo quanto affermato sulla rivista specializzata Trends in Cognitive Science da parte di Kathryn Mills e del team di ricercatori dell’University College London, non vi sarebbero prove che Internet sia in grado di danneggiare il cervello degli adolescenti.

Internet non crea danni al cervello dei più giovani

Lo studio – condotto sulla base di più di 100 precedenti studi in materia – ha altresì scoperto che esisterebbe qualche associazione positiva con l’uso normale di Internet e che, in ogni caso, tutti gli studi che sottolineano come Internet possa essere nocivo per il cervello dei più giovani, siano limitati alla presenza di abusi e di utilizzi eccessivi dello strumento, facendo peraltro riferimento al solo 5% di tutti gli adolescenti oggetto di campione.

Confronta offerte Internet »

Pertanto, conclude il riferimento di studi, non vi sarebbero evidenze incontrastabili sugli effetti dannosi di internet sullo sviluppo del cervello degli adolescenti. Invece, prosegue ancora la ricerca, un maggiore utilizzo di Internet nell’età compresa tra i 14 e i 24 anni, è stato altresì legato a una maggiore partecipazione ad attività nella vita reale, come ad esempio lo sport e i club.

La comunicazione mediante la rete potrebbe infine permettere a sviluppare positivamente la connettività sociale degli adolescenti e aiutare le persone ad alleviare i propri problemi.

Commenti Facebook: