Internet mobile, il Santo Graal

Inutile dire che l’utilizzo di Internet mobile ha registrato una crescita significativa nel corso degli ultimi due anni ed è diventato parte integrante e insostituibile della vita di molte persone.

La società di analisi Forrester prevede che 125 milioni di europei avranno accesso ad Internet in mobilità entro il 2013, il che significa più che triplicare gli utenti attuali. Su scala globale, le stime di Cisco Systems indicano che il traffico dati mobile raddoppierà ogni anno fino al 2013, raggiungendo oltre due exabyte al mese (1.152.921.504.606.846.976 byte) entro il 2013.

L’utilizzo di internet mobile ha cambiato il nostro stile di vita professionale e sociale: i consumatori si aspettano un accesso ad internet sempre più veloce, semplice e onnipresente. D’altro canto l’aumento dell’uso di internet mobile è la diretta conseguenza della direzione in cui stanno lavorando gli operatori di telefonia mobile, produttori di dispositivi con nuovi terminali sempre più predisposti ad ottenere servizi e contenuti.

Le tariffe internet mobile stanno semplificandosi nelle modalità di pagamento con soluzioni semi-flat o in ricaricabile ma ancora le reti soffrono in velocità rispetto alla banda larga fissa: il continuo upgrade della rete deve quindi essere affiancato ai continui miglioramenti nell’ottimizzazione e gestione del traffico da parte del dispositivo.

Se gli attori saranno incapaci di preparare questa crescita, si andrà incontro ad un effetto drammatico che porterà inevitabilmente a perdere ARPU.

Fino al lancio dell’iPhone, si credeva quasi impossibile portare una così elevata esperienza web, progettato per essere utilizzato e visualizzato su pc con schermi di grandi dimensioni e connessioni a banda larga, sui dispositivi mobili. iPhone ha cambiato tutto, spostando il settore verso un’esperienza unificata tra web e cellulare che sempre più sta diventando equivalente al PC.

Nuove regole per una nuova partita

L’approccio è cambiato verso un sistema più aperto al contenuto off-net ma questo porta ad un rischio di perdere il controllo degli abbonati. Con il WAP, che permette di passare attraverso un gateway intermedio e proxy di proprietà del gestore per l’autenticazione, si controllano gli accessi e potenzialmente anche i servizi a valore aggiunto.

Gli Smartphone in genere non usano proxy che puntano al gateway intermediario. Essi sono simili a computer portatili e quindi il traffico internet è diretto.

Gli operatori vedono un guadagno a breve termine sull’ARPU grazie agli abbonamenti dati ma perdono visibilità di quello che i clienti stanno facendo. La domanda è: come possono gli operatori monetizzare la crescente quantità di traffico off-net? Bisogna tenere stretta la conoscenza del comportamento degli abbonati in modo da offrire servizi pertinenti e utili ad ogni singolo utente al fine di recuperare ARPU lasciato sul terreno.

Il ruolo di Google Analytics

Google Analytics è il Santo Graal per l’analisi di ciò che è probabile che accada in un prossimo futuro, sulla base di fattori storici e circostanziali.

Gli operatori possono sfruttare Analytics per analizzare le funzioni operative quali la rete e la sua pianificazione. Questo è importante per individuare le aree di congestione della rete e prevedere le tendenze, dove la congestione è più probabile che si verifichi nei prossimi mesi. Da una pianificazione proattiva, gli operatori possono differire gli investimenti e i costi (CAPEX / OPEX) e utilizzare soluzioni per la gestione della larghezza di banda per risolvere i problemi di capacità.

Marketing Analytics

L’analisi dei dati grezzi sulla rete di un operatore serve per migliorare la monetizzazione del traffico: gli operatori devono comprendere ciò che accade nelle loro reti, sia on-portal e off-portal, a un livello più dettagliato, in modo da poter costruire una visione a 360 gradi degli abbonati di telefonia mobile.

Solo utilizzando una panoramica a 360 gradi del cliente, gli operatori sono in grado di capire l’abbonato e l’efficacia dei servizi: grazie alla profilazione e all’analisi dei dati è possibile l’up-selling di nuovi servizi e di servizi di bundling.

Più un operatore è in grado di capire i propri abbonati, più è in grado di determinare e quindi fornire servizi che non solo sono rilevanti, ma che i clienti potrebbero essere disposti a pagare.

Bisogna agire ora

Una crescita esponenziale di Internet mobile senza sosta fino a fine 2010, porta una grande sfida all’industria mobile, ma anche lancia una grande occasione.  E’ fondamentale che gli operatori investano in capacità e comincino a sviluppare servizi che proteggano questi investimenti, sfruttando al meglio le opportunità che si presenteranno.

e che l’utilizzo di Internet mobile ha registrato una crescita significativa nel corso degli ultimi due anni ed è diventato parte integrante e insostituibile della vita di molte persone.

La società di analisi Forrester prevede che 125 milioni di europei avranno accesso ad Internet in mobilità entro il 2013, il che significa più che triplicare gli utenti attuali. Su scala globale, le stime di Cisco Systems indicano che il traffico dati mobile raddoppierà ogni anno fino al 2013, raggiungendo oltre due exabyte al mese (1.152.921.504.606.846.976 byte) entro il 2013.

L’utilizzo di internet mobile ha cambiato il nostro stile di vita professionale e sociale: i consumatori si aspettano un accesso ad internet sempre più veloce, semplice e onnipresente. D’altro canto l’aumento dell’uso di internet mobile è la diretta conseguenza della direzione in cui stanno lavorando gli operatori di telefonia mobile, produttori di dispositivi con nuovi terminali sempre più predisposti ad ottenere servizi e contenuti.

Le tariffe internet mobile stanno semplificandosi nelle modalità di pagamento con soluzioni semi-flat o in ricaricabile ma ancora le reti soffrono in velocità rispetto alla banda larga fissa: il continuo upgrade della rete deve quindi essere affiancato ai continui miglioramenti nell’ottimizzazione e gestione del traffico da parte del dispositivo.

Se gli attori saranno incapaci di preparare questa crescita, si andrà incontro ad un effetto drammatico che porterà inevitabilmente a perdere ARPU.

Fino al lancio dell’iPhone, si credeva quasi impossibile portare una così elevata esperienza web, progettato per essere utilizzato e visualizzato su pc con schermi di grandi dimensioni e connessioni a banda larga, sui dispositivi mobili. iPhone ha cambiato tutto, spostando il settore verso un’esperienza unificata tra web e cellulare che sempre più sta diventando equivalente al PC.

Nuove regole per una nuova partita

L’approccio è cambiato verso un sistema più aperto al contenuto off-net ma questo porta ad un rischio di perdere il controllo degli abbonati. Con il WAP, che permette di passare attraverso un gateway intermedio e proxy di proprietà del gestore per l’autenticazione, si controllano gli accessi e potenzialmente anche i servizi a valore aggiunto.

Gli Smartphone in genere non usano proxy che puntano al gateway intermediario. Essi sono simili a computer portatili e quindi il traffico internet è diretto.

Gli operatori vedono un guadagno a breve termine sull’ARPU grazie agli abbonamenti dati ma perdono visibilità di quello che i clienti stanno facendo. La domanda è: come possono gli operatori monetizzare la crescente quantità di traffico off-net? Bisogna tenere stretta la conoscenza del comportamento degli abbonati in modo da offrire servizi pertinenti e utili ad ogni singolo utente al fine di recuperare ARPU lasciato sul terreno.

Il ruolo di Google Analytics

Google Analytics è il Santo Graal per l’analisi di ciò che è probabile che accada in un prossimo futuro, sulla base di fattori storici e circostanziali.

Gli operatori possono sfruttare Analytics per analizzare le funzioni operative quali la rete e la sua pianificazione. Questo è importante per individuare le aree di congestione della rete e prevedere le tendenze, dove la congestione è più probabile che si verifichi nei prossimi mesi. Da una pianificazione proattiva, gli operatori possono differire gli investimenti e i costi (CAPEX / OPEX) e utilizzare soluzioni per la gestione della larghezza di banda per risolvere i problemi di capacità.

Marketing Analytics

L’analisi dei dati grezzi sulla rete di un operatore serve per migliorare la monetizzazione del traffico: gli operatori devono comprendere ciò che accade nelle loro reti, sia on-portal e off-portal, a un livello più dettagliato, in modo da poter costruire una visione a 360 gradi degli abbonati di telefonia mobile.

Solo utilizzando una panoramica a 360 gradi del cliente, gli operatori sono in grado di capire l’abbonato e l’efficacia dei servizi: grazie alla profilazione e all’analisi dei dati è possibile l’up-selling di nuovi servizi e di servizi di bundling.

Più un operatore è in grado di capire i propri abbonati, più è in grado di determinare e quindi fornire servizi che non solo sono rilevanti, ma che i clienti potrebbero essere disposti a pagare.

Bisogna agire ora

Una crescita esponenziale di Internet mobile senza sosta fino a fine 2010, porta una grande sfida all’industria mobile, ma anche lancia una grande occasione.  E’ fondamentale che gli operatori investano in capacità e comincino a sviluppare servizi che proteggano questi investimenti, sfruttando al meglio le opportunità che si presenteranno.

Commenti Facebook: