Internet “minaccia” Mediaset?

Intervenuto a un convegno sul diritto d’autore, promosso da Confindustria radio – televisione, il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri ha detto la sua sul “peso concorrenziale” di internet ai danni dell’azienda che rappresenta.

Internet è in grado di far "chiudere" Mediaset?
Internet è in grado di far "chiudere" Mediaset?

Stando alle affermazioni del presidente del cda dell’operatore televisivo italiano, “se il diritto d’autore non viene rispettato qui salta tutto”. La ragione è presto detta: “spesso” – aggiunge Confalonieri – “chi opera su internet fa miliardi di utile senza pagare una lira (…) se non c’è una tutela della nostra attività noi rischiamo di chiudere”.

Scopri le offerte Mediaset Premium »

Ma quale può essere, dunque, una soluzione compatibile con le esigenze degli operatori televisivi? Secondo Confalonieri “bisogna superare il concetto di gratis, bisogna pagare, il concetto di gratis non può più esistere, non possiamo essere presi in giro. Quando Berlusconi inizio a fare tv comprò per due miliardi l’archivio della Titanus” – ha poi concluso il manager di Mediaset, le cui dichiarazioni sono state recentemente riprese dell’Huffington Post – “oggi non paga un accidente nessuno. Il concetto di ‘settimo non rubare’ facciamolo diventare una regola anche per internet”.

Le affermazioni di Confalonieri vanno pertanto ad arricchire la già ampia e inesauribile platea di coloro che chiedono a gran voce una migliore tutela del diritto d’autore online, e una revisione delle linee guida di governance sul web… voi che ne pensate?

Commenti Facebook: