di

Internet leva del turismo italiano: come tornare leader mondiali

Negli anni ’80 l’Italia era un fondamentale punto di attrazione mondiale dei flussi turistici internazionali: un ruolo che il nostro Paese possiede ancora, pur relegandosi in quinta posizione rispetto al primato detenuto tre decenni fa. Di qui le previsioni sul futuro, e la consapevolezza che mediante una adeguata fruizione dei nuovi media si possa giungere a una nuova era del turismo tricolore.

Internet leva del turismo italiano: come tornare leader mondiali

Il Rapporto 2014 di Italiadecide, denominato “Il Grand tour del XXI secolo: l’Italia e i suoi territori” e presentato recentemente a Palazzo Montecitorio, non sembra lasciar molto spazio a dubbi interpretativi: nel 1995 l’attivo turistico italiano rappresentava l’1,2% del Pil italiano, riducendosi poi all’1% nel 2001 e, quindi, allo 0,7% nel 2012.

Scopri le offerte internet »

Una perdita di significatività che secondo il rapporto pone le radici sulle piccole dimensioni delle imprese turistiche, sull’arretratezza del Meridione, sull’elevata tassazione, su un capitale umano non sempre all’altezza, su precarie infrastrutture e sistemi di accessibilità e, non ultima, la mancata realizzazione dell’Agenda digitale.

Secondo quanto sosteneva l’Agi, particolarmente penalizzante risulta essere il ritardo su internet: nel 2011 il 43% delle imprese italiane del settore ricettivo aveva venduto almeno l’1% dei propri servizi sul web, contro il 47% di quelle francesi (ma il dato è relativo all’anno precedente, il 2010) e contro il 72% di quelle spagnole. Il dato italiano è inoltre 14 punti percentuali inferiore alla media Ue.

Commenti Facebook: