Internet in Italia, metà delle persone sono in rete

La conoscenza di quanti individui, al mondo, si colleghino alla rete può risultare un po’ problematica, ma nonostante ciò la società di statistiche Pingdom ha cercato di mettere atto a questo progetto, grazie ai dati raccolti dalla Internet World Stats, cercando anche di mostrare il quadro generale della diffusione di internet nel mondo.

I dati parlano di 1,8 miliardi di individui che si collegano alla rete. Di questa cifra solo 32 nazioni vantano almeno 10 milioni di connessioni, dando ben a vedere come internet, tutt’oggi, sia ancora un lusso di pochi paesi.
Tra le nazioni a dominare è la Cina seguita da Stati Uniti e Giappone. Dati che non sorprendono. Per quanto riguarda l’Italia, beh si classifica al 14° posto, preceduta da Iran e Turchia.

In Italia la popolazione che può accedere ad un collegamento internet sono 32,5 milioni di persone, oltre la metà della popolazione italiana.

Le principali postazioni di connessione sono quelle di casa o di lavoro, andando sempre più scemando verso collegamenti in luoghi pubblici come biblioteche.

Lo strumento più impiegato è il computer anche se si si trova una fetta sempre maggiore del collegamento tramite, come iphone, che subisce una crescita del 30,3%, secondo i dati di Audiweb Database, rispetto a giugno 2009, arrivando a coprire 4,7 milioni di utenti.

L’Italia è sicuramente un paese dalle alte potenzialità, ma come si dice? Può molto ma non vuole. Sicuramente l’Italia è fortemente ostacolata dalla non presenza di un piano preciso e neanche ben stabilito sul cercare di portare quanto più possibile un servizio Internet di una certa qualità.

za di quanti individui, al mondo, si colleghino alla rete può risultare un po’ problematica, ma nonostante ciò la società di statistiche Pingdom ha cercato di mettere atto a questo progetto, grazie ai dati raccolti dalla Internet World Stats, cercando anche di mostrare il quadro generale della diffusione di internet nel mondo.

I dati parlano di 1,8 miliardi di individui che si collegano alla rete. Di questa cifra solo 32 nazioni vantano almeno 10 milioni di connessioni, dando ben a vedere come internet, tutt’oggi, sia ancora un lusso di pochi paesi.
Tra le nazioni a dominare è la Cina seguita da Stati Uniti e Giappone. Dati che non sorprendono. Per quanto riguarda l’Italia, beh si classifica al 14° posto, preceduta da Iran e Turchia.

In Italia la popolazione che può accedere ad un collegamento internet sono 32,5 milioni di persone, oltre la metà della popolazione italiana.

Le principali postazioni di connessione sono quelle di casa o di lavoro, andando sempre più scemando verso collegamenti in luoghi pubblici come biblioteche.

Lo strumento più impiegato è il computer anche se si si trova una fetta sempre maggiore del collegamento tramite, come iphone, che subisce una crescita del 30,3%, secondo i dati di Audiweb Database, rispetto a giugno 2009, arrivando a coprire 4,7 milioni di utenti.

L’Italia è sicuramente un paese dalle alte potenzialità, ma come si dice? Può molto ma non vuole. Sicuramente l’Italia è fortemente ostacolata dalla non presenza di un piano preciso e neanche ben stabilito sul cercare di portare quanto più possibile un servizio Internet di una certa qualità.

Commenti Facebook: