Internet: in Italia il 34% dei cittadini non si è mai collegato

Gli ultimi dati Eurostat evidenziano come cresce l’uso di Internet nell’Unione Europea, con un 79% delle famiglie europee che accede ad Internet e un 76% che lo fa tramite banda larga.Tuttavia, i dati italiani non sono così incoraggianti, con un 34% di cittadini che dichiara non aver mai usato Internet, molti di più rispetto il 21% della media europea. Peggio di noi in questo senso solo la Grecia, Romania e Bulgaria.

Campagna Polizia di Stato sull'uso distorto della rete
Campagna Polizia di Stato sull'uso distorto della rete

Il 62% dei cittadini europei usano Internet ogni giorno, e il 10% lo fa almeno una volta alla settimana. In effetti l’uso di Internet nell’UE cresce, con un 79% delle famiglie europee che accede ad Internet (contro il 55% del 2007), e un 76% si connette tramite banda larga (contro il 42% nel 2007).

Nel 2007 il 37% degli europei non aveva mai utilizzato Internet, ma adesso questo percentuale è calato al 21%. Tuttavia, in Italia non si sono verificati gli stessi progressi, con un 34% degli italiani che dichiara non essersi mai collegato alla rete. Peggio di noi in Europa in questo senso fanno solo la Grecia (36%), la Bulgaria (41%) e la Romania (42%).

In Italia, in effetti, solo il 69% delle famiglie italiane accede ad Internet e solo il 68% possiede una connessione a banda larga. Inoltre, solo il 54% dei nostri connazionali si collega ogni giorno, e il 2% almeno una volta a settimana.

Come ci si può aspettare, i Paesi virtuosi che fanno salire le medie sono quelli del nord Europa. In Olanda ad esempio il 95% delle famiglie accede ad Internet, con cifre simili in Lussemburgo (94%), Danimarca (93%) e Svezia (93%).

La banda larga si è diffusa di più anche nei Paesi nordici, con un primato finlandese dell’88%. Nel 2013, l’84% dei danesi si sono collegati quasi ogni giorno, seguiti dagli olandesi, i lussemburghesi, gli svedesi, i finlandesi e gli abitanti del Regno Unito.

Per quanto riguarda l’utilizzo dei servizi di E-government, ovvero quelli offerti dalla pubblica amministrazione, secondo i dati Eurostat il 41% dei cittadini europei li ha usato nel 2013.

In Italia però solo il 21% dei cittadini dichiara di utilizzare i servizi online della pubblica amministrazione, in particolare per l’invio della dichiarazione dei redditi, la richiesta di documenti personali, questioni legati alla sicurezza sociale e all’iscrizione alla scuola. In questo caso sta peggio di noi solo la Romania con il 5%.

Se non avete Internet a casa per una questione economica, vi ricordiamo che attualmente ci sono moltissime offerte ADSL che prevedono prezzi molto convenienti, anche senza costi di attivazione.

Per individuare le offerte ADSL che meglio si adattano alle vostre esigenze, consigliamo l’uso del nostro comparatore gratuito ed indipendente.

Confronta le offerte ADSL

Commenti Facebook: