Internet, il Brasile vara Carta dei Diritti

Il Brasile è il primo Paese al mondo che vara una Carta dei principi, delle garanzie, dei diritti e dei doveri per l’utilizzo di internet, fornendo le linee guida e le direttrici per attuarli, nel rispetto della libertà di espressione. Un bel passo in avanti nella tutela e nella disciplina del mondo digitale.

Internet aiuta a prevenire la depressione tra gli anziani
Internet aiuta a prevenire la depressione tra gli anziani

Ma a quali principi si ispira la nuova Carta brasiliana? La disciplina sull’utilizzo di internet – si legge nel documento – è ispirata fondamentalmente alla garanzia della libertà di espressione, di comunicazione e di manifestazione del pensiero, oltre alla protezione della riservatezza e dei dati personali, alla tutela della neutralità della rete e alla tutela della natura partecipativa di internet.

Confronta le offerte ADSL»

Lo scopo della legge è pertanto chiaro: l’accesso a internet viene considerato come elemento fondamentale per l’esercizio dei diritti di cittadinanza. Un elemento che, proseguono gli articoli del documento, non può che essere conseguito nel pieno rispetto della garanzia del diritto alla riservatezza e alla libertà di espressione nelle comunicazioni.

Tra gli altri principi più significativi, il fatto che il provider deve trattare in modo non discriminatorio i pacchetti di dati che trasportano qualsiasi informazione senza distinzione per origine, destinazione, contenuto.

Principi e criteri che potrebbero far parte di una Carta dei diritti universale della rete o, per lo meno, italiana.

Commenti Facebook: