Internet fino a 2 Tbps con la Géant

Non è noto se si riuscirà mai a fruire di una simile velocità dalla propria abitazione, ma è invece certo che i ricercatori che possono utilizzare la rete paneuropea superveloce Géant (alla quale – tra le altre cose – si deve anche parte della scoperta del bosone di Higgs) possono attualmente vantare la predisposizione di una infrastruttura in grado di raggiungere velocità pari a 2 Terabit al secondo.

La velocità di punta programmata non è al momento ancora raggiungibile, mentre è già disponibile – in tutta la rete centrale – una capacità fino a 500 Gbps, in grado (afferma la Commissione Europea) di ribaltare su un network di 32 mila istituti universitari, di ricerca, scuole, biblioteche, musei, archivi e ospedali, una velocità di connessione fino a 100 Gbps.

In questo modo coloro che accedono alla rete Géant potranno dare il loro proattivo contributo alla ricerca in varie discipline, permettendo altresì al team di specialisti che sta predisponendo la straordinaria infrastruttura di poter garantire una disponibilità vicina al 100 per cento, mediante la risoluzione di errori di rete, in standard di elevatissima sicurezza.

Il progetto è finanziato dalla Commissione Europea, che sta supportando il completamento dell’infrastruttura con oltre 40 milioni di euro.

Scopri le offerte per la banda larga

Commenti Facebook: