Internet è la causa dell’ignoranza umana?

Ieri abbiamo avuto modo di vedere quanto siano stati profondi gli elogi che Papa Francesco ha elaborato sul ruolo di internet e delle nuove tecnologie digitali nella società umana. Ebbene, non tutti sembrano essere d’accordo con il Pontefice, e c’è chi – invece – argomenta che la rete sia la causa dell’ignoranza.

Prosegue la campagna di sensibilizzazione sui "rischi da internet"
Prosegue la campagna di sensibilizzazione sui "rischi da internet"

Su L’Espresso, infatti, Eugenio Scalfari afferma come la tecnologia della memoria artificiale sia “la prima causa dell’appiattimento sul presente o almeno una delle cause principali”. Sul perché, tanto si è detto e si continuerà a dire. Scalfari sintetizza il pensiero ricordando come “la noscenza artificiale esonera i frequentatori della Rete da ogni responsabilità: non hanno nessun bisogno di ricordare, il clic sul computer gli fornisce ciò di cui in quel momento hanno bisogno. C’è chi ricorda per te e tanto basta e avanza”.

Scopri le migliori offerte internet »

Ma, per Scalfari, c’è ancora di più. “La possibilità di entrare in contatto, sempre attraverso il clic, con qualunque abitante del mondo, di parlare con un residente in Australia e, a tuo piacimento, con uno che vive nei Caraibi o in Brasile o nel Sudafrica o a Pechino; sembra inserirti in una folla di contatti e di compagnia. In realtà è l’opposto: ti confina nella solitudine” – aggiunge, per poi ricordare come la rete e l’uso di internet siano arrivati a modificare il pensiero, riducendo al minimo la parola scritta.

Voi che ne pensate?

Commenti Facebook: