Internet e adolescenti: sempre più pericoli e conseguenze

C’è chi lo considera già un problema sociale e chi mette in guardia per il futuro delle generazioni di adolescenti, soprattutto della loro salute: secondo quanto scoperto da un’indagine dell’Autorità per le TLC, ribattezzata “Abitudini e Stili di Vita degli Adolescenti”, l’aumento dell’uso di Internet, sia sul PC che tramite dispositivi mobili, è in crescita esponenziale e le ore giornaliere passate sugli schermi connessi alla rete crescono vertiginosamente.

L’uso dei social network in particolare è una delle cause di questo fenomeno (in particolare Facebook), che ha delle conseguenze abbastanza serie, tenendo conto soprattutto dell’età degli intervistati (2081 studenti che frequentano la terza media inferiore):

  • poche ore di sonno: i teenagers stanno per lungo tempo collegati a computer e cellulari anche la notte e le ore dedicate al riposto sono minori rispetto a quanto il corpo e la psiche hanno bisogno;
  • comportamenti pericolosi in rete: una fetta abbastanza consistente del campione (7,5% in media, ma nelle grandi città si raggiunge anche il 18,5%) ha dichiarato di aver postato su Internet foto in atteggiamenti sexy, mentre un’altra buona parte fa sapere di aver ricevuto proposte sessuali online;
  • sedentarietà: ben 11 ore al giorno vengono passate seduti (tenendo conto anche della scuola, dell’uso del computer e della TV), a discapito dell’attività sportiva o dei momenti passati all’aperto;
  • dipendenza: su alcuni soggetti l’uso troppo frequente di Internet causa dei disturbi molto gravi, come ad esempio comportamenti ossessivi, vere e proprie crisi di astinenza, crisi di panico nel caso in cui non si ha la possibilità di connettersi.

Insomma, Internet rappresenta senza dubbio un vantaggio e un’opportunità enorme per la società se utilizzato in modo consapevole e maturo ma, nel contempo, potrebbe essere un nemico estremamente pericoloso, soprattutto per i più giovani.

Commenti Facebook: