Internet delle cose, interconnessi più di 6 milioni di oggetti

Seppur siamo ancora lontani – lontanissimi – dai grandi numeri previsionali dell’internet delle cose, i dati che vengono offerti dall’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano contribuiscono a tracciare un primo quadro piuttosto chiaro dello scenario evolutivo.

Internet delle cose, interconnessi più di 6 milioni di oggetti

Stando al contenuto del report, infatti, nel 2013 sarebbero stati oltre 6 milioni gli oggetti interconnessi attraverso la rete, con un valore complessivo che cresce dell’11% a quota 900 milioni di euro (in andamento nettamente controtendente rispetto a quanto verificato nella generalità del mercato Ict).

Confronta le offerte internet mobile »

Secondo quanto spiegato dalla direzione scientifica dell’Osservatorio, le evoluzioni dell’internet delle cose si stanno concretizzando per una “crescita organica delle applicazioni più consolidate che ancora oggi rispondono al bisogno di connettività facendo leva sulla rete cellulare” e dall’andamento dinamico di ambiti di applicazione meno consolidati, come lo Smart Home & Building e le Smart Car.

Proprio quest’ultimo settore sembra essere quello in grado di presentare i tassi di crescita più significativi, con un incremento del 35% rispetto al 2012. A seguire, il segmento dello Smart Home & Building, oggi in grado di vantare una quota del 21% del fatturato complessivo dell’Internet of things, e in grado di riguardare dall’antifurto al riscaldamento, passando per gli altri oggetti smart della propria casa.

Commenti Facebook: