Internet delle cose anche nei distributori automatici

Si chiama Reference Design for Intelligent Vending una delle ultime frontiere (invero, una delle tante) dell’internet of things. Stando al ritrovato Intel, la nuova tecnologia dell’internet delle cose potrebbe ora approdare all’interno dei distributori automatici.

Nuovo studio allarmistico sull'utilizzo di internet e dei social media
Nuovo studio allarmistico sull'utilizzo di internet e dei social media

Il passo in avanti è stato mostrato all’interno di Venditalia, la rassegna internazionale dedicato al vending, e oggi in chiusura presso la Fieramilanocity del capoluogo lombardo. Obiettivo dell’innovazione Intel è quello di permettere una maggiore e più completa esperienza utente, rendendola maggiormente coinvolgente e permettendo delle capacità di calcolo e di elaborazione del distributore che non siano dissimili da quelle che i moderni computer sono in grado di dimostrare.

Confronta le offerte internet»

Il sistema Intel permette quindi di poter gestire efficacemente in sinergia alcune innovazioni come i touch-screen, la connettività internet, i sistemi di pagamento mobile e tanto altro ancora, in un unico “agglomerato” dall’elevato tasso di efficienza.

Il Reference Design for Intelligent Vending fornisce quindi una soluzione rapida e semplice per poter ridare una nuova vita ai distributori automatici tradizionali, riconducendoli all’interno di una nuova generazione interattiva che garantisce grandi cose suotto il profilo del controllo dei pagamenti, della refrigerazione, dell’illuminazione, dell’amministrazione di monete e prodotti e tanto, tanto altro ancora.

Commenti Facebook: