Internet a scuola, qualcosa si muove

Il nostro Paese è uno dei pochi, all’interno dell’Unione Europea, a non disporre di una strategia di educazione digitale nei piani di studio scolastici. Una ennesima mancanza che è presto tradotta nella necessità di sollecitare le istituzioni affinchè si possa porre riparo in modo celere.

Presentato nuovo disegno di legge per l'educazione digitale a scuola
Presentato nuovo disegno di legge per l'educazione digitale a scuola

Ebbene, al fine di colmare questo ulteriore gap, la deputata del Pd Anna Ascani ha ora presentato un disegno di legge che punta a introdurre l’insegnamento di educazione e cittadinanza digitale, individuando nel collegio dei docenti un insegnante che possa svolgere il ruolo di educatore digitale, supportando gli studenti nell’approccio alla rete e guidandoli ad un uso responsabile delle tecnologie.

Scopri le occasioni internet »

Secondo il disegno di legge, tale insegnante “educatore digitale” dovrebbe pertanto divenire il punto di riferimento non solamente per gli studenti, quanto anche (e forse, soprattutto) per il corpo docenti, che spesso di dimostra molto meno esperto e conoscitore di tecniche informatiche e di “vita online” rispetto ai propri studenti delle scuole superiori, medie e, anche, elementari.

“Questa legge imporrebbe al ministero di formare docenti ad hoc che possano poi trasferire il proprio sapere digitale agli altri, creando una contaminazione positiva” – spiega in proposito Ascani.

Commenti Facebook: