Internet a banda larga senza fili

L’orientamento del Governo italiano è chiaro: puntare sulla banda larga (e ultralarga), riducendo il digital divide che ci separa dal resto del Vecchio continente e raggiungere gli obiettivi prefissati in sede comunitaria entro il 2020. In particolare, l’ambizione è quella di raggiungere la totalità della popolazione italiana con una banda da almeno 30 Mbps in download. Ma ci sono zone che non possono essere raggiunte dalle tradizionali ADSL e fibra ottica: per queste è necessario studiare soluzioni ad hoc.

Internet-satellitare
Due le tecnologie per portare la banda larga nei luoghi impervi: WiMax e Internet satellitare

Le tecnologie per la banda larga senza fili

In Italia, le tecnologie senza fili più utilizzate per raggiungere con la banda larga chi non può usufruire di una normale linea telefonica – magari perché vive in una delle tante isole degli arcipelaghi italiani, oppure sulle alture, specialmente nell’Appennino centrale, o comunque in posti lontani dai ripetitori – sono sostanzialmente due: il WiMax e Internet satellitare.

Entrambe garantiscono, con diversi pro e contro, un’ottima copertura del territorio, con velocità paragonabili a quelle di una comune ADSL.

Internet satellitare

In assoluto, Internet satellitare è quello che garantisce la copertura migliore di tutte le moderne tecnologie per la banda larga: 100% assicurato ovunque ci si trovi, anche nel luogo più sperduto della penisola. Tra gli operatori in Italia che fanno ricorso a questa tecnologia ci sono Tooway ed Eolo.

Tooway offre diverse tipologie di connessione per ASDL senza fili, con “tagli” di varia entità: ad esempio Tooway 10 (per 10 gigabyte) costa 24,90 euro al mese per un anno e Tooway 25 (per 25 gigabyte) 39,90 euro al mese per un anno.

Eolo, dal canto suo, non pone limiti di traffico per le sue offerte ma queste si differenziano a seconda della velocità: Eolo 10 Plus va a fino 10 Mbps in download per 24,50 euro al mese, Eolo 20 Plus a 20 Mbps per 32,90 euro al mese e così via. Superata una certa soglia di gigabyte, la connessione prosegue ma a velocità inferiori. Per avere Internet satellitare basta installare una piccola antenna apposita sul proprio balcone.
Confronta le offerte WiMax e satellitare »

Il WiMax

La tecnologia WiMax si basa su Internet wireless, e a differenza di Internet satellitare di norma non prevede né limiti giornalieri o mensili di traffico. Inoltre, la connessione è molto stabile, anche in mobilità, rendendola la scelta ideale ad esempio per chi viaggia molto. L’altra faccia della medaglia è che non c’è la stessa copertura garantita da Internet satellitare: perché le offerte WiMax funzionino nel migliore dei modi (ad esempio Linkem No Limits, a 24,90 euro al mese con 7 Mbps in download) è necessario trovarsi una zona coperta dal segnale dell’operatore – ma attenzione, la copertura è differente da quella delle linee telefoniche comuni –  e che non ci siano tra le due antenne ostruzioni di alcun tipo.

Commenti Facebook: