Internet, 6 giovani su 10 scambiano foto hard

Secondo quanto denuncia il Movimento Italiano dei Genitori (Moige), promotore di una interessante indagine insieme all’Università Lumsa, su un campione di un migliaio di studenti delle scuole elementari, medie e superiori, circa 6 giovani su 10 scambierebbero foto hard in rete.

Gli introiti della pubblicità online valgono di più del comparto tv
Gli introiti della pubblicità online valgono di più del comparto tv

Stando a quanto rivela il Moige i mittenti sono prevalentemente amici (nel 38,6% dei casi), mentre gli sconosciuti sono il 22,7%. Il sexting (ovvero, la pratica dello scambio di video e foto hot con smartphone e altri device) per il Moige sarebbe una delle determinanti alla base del cyberbullismo, considerata che è della stessa proporzione il numero di ragazzi che ha ammesso di aver utilizzato foto e video hard per prendere in giro qualche compagno di classe o di scuola.

Scopri le offerte internet »

Sempre secondo quanto affermato dalla direzione del Moige, emerge che circa 9 minori su 10 navigano in rete tutti i giorni, e che il 18% afferma di trascorrere online più di tre ore al giorno. Inoltre, sarebbero circa l’8% i bambini che hanno meno di 10 anni e che si connettono a internet per più di 5 ore al giorno, con i minori tra i 6 e i 10 anni che utilizzano la rete senza i genitori nel 31,2% dei casi (percentuale che sale al 72,5% per i ragazzini tra gli 11 e i 13 anni, e sfiora la totalità tra i 14 e i 20 anni).

Infine, un solo ragazzo su dieci si connette a internet per studiare e fare ricerche. Ne consegue che il restante 90% usa la rete esclusivamente per chattare, ascoltare musica, guardare film e video.

Commenti Facebook: