Interessi conto deposito: ecco con quali banche puoi anticiparli

Attualmente, un buon investimento è il conto deposito, grazie agli alti rendimenti e alle pochissime (o nulle) spese. Solitamente, per avere maggiori rendimenti, occorre immobilizzare i risparmi, ovvero “vincolarli” per un certo periodo di tempo. Tuttavia, con alcune banche è possibile richiedere gli interessi guadagnati in anticipo, ovvero prima della scadenza del vincolo,ì. Ecco con quali banche si può fare.

interessi anticipati conto deposito, come fare
Conto deposito con interessi anticipati: ecco con quale banche lo puoi fare

In alcuni casi, è possibile che il cliente abbia bisogno di prelevare i soldi investiti prima della scadenza del vincolo di un conto deposito. Con alcune banche, è possibile in effetti richiedere gli interessi al tasso accordato, ma non con tutte.

Per questo motivo, prima di attivare un conto deposito, può essere importante valutare se le diverse proposte commerciali prevedono la possibilità di anticipare gli interessi.

Con il comparatore gratuito ed indipendente di SosTariffe.it è possibile selezionare il pulsante “Interessi anticipati”, e individuare facilmente quali sono i conti deposito che consentono l’anticipo degli interessi.

Di seguito vediamo con quali banche è possibile richiedere gli interessi anticipatamente.

Conti deposito con interessi anticipati

Richiedere gli interessi in anticipo è possibile con il Conto Deposito Che Banca!, che prevede un tasso lordo del 2,00% (netto 1,60%) a 12 mesi, senza spese extra ma con l’imposta di bollo di 40,00€ a carico del cliente.

In questo caso bisogna anche aprire il Conto Corrente CheBanca!; questo però non rappresenta alcuna spesa extra, dato che si tratta di un conto corrente completamente gratuito, ovvero a zero spese e senza bollo.

Scopri Conto Deposito CheBanca!

Anche con FinecoBank e il suo conto deposito CashPark è possibile richiedere gli interessi in anticipo.

CashPark è in realtà un’opzione attivabile nel proprio conto corrente Fineco, perciò bisognerà anche aprire un conto corrente.

Il deposito prevede un tasso del 2,00% lordo a 12 mesi (netto 1,60%), e spetta al cliente il pagamento dell’imposta di bollo.

Da sottolineare che l’opzione Fineco è tra le più stabili del mercato: in effetti è da anni che FinecoBank offre lo stesso tasso d’interesse, che si colloca sempre tra i più convenienti, mentre in moltissime altre banche i tassi d’interesse sono in continua discesa.

Scopri CashPark di Fineco

La richiesta anticipata degli interessi di un conto deposito è ammessa anche dal ContoSuIBL di IBL Banca, il quale offre un tasso lordo del 2,45% per i vincoli a 24 mesi, ovvero un maggior rendimento rispetto alle altre due opzioni appena menzionate, ma immobilizzando i risparmi per 2 anni anziché uno.

Con IBL Banca non ci sono spese: canone mensile, apertura, gestione, chiusura e imposta di bollo sono a carico della banca.

Scopri il ContoSuIBL

Utilizza il nostro comparatore gratuito per mettere a confronto tutti i conti deposito e scegliere quello che fa per te.

Confronta Conti Deposito

Commenti Facebook: