INQ Chat 3G in prova con H3G

SosTariffe ha ricevuto in prova uno dei nuovi cellulari di 3 Italia, definiti “socialfonini”: in particolare si fa riferimento al modello Chat 3G di INQ.

Appena ricevuto lo smartphone da 3 la prima impressione è che INQ Chat 3G assomigliasse moltissimo come forma e identità ad un Blackberry e le attese non hanno deluso.

inq chat 3g front

Prima di tutto è d’obbligo configurare l’e-mail: la fortuna ci consente di utilizzare un account GMAIL che permette la sincronizzazione della mail in PUSH, come un vero blackberry o iPhone. Il consumo della batteria è davvero risibile e il push funziona ottimamente.

inq chat 3g retro

Il socialfonino prodotto da INQ e distribuito da 3 ha sicuramente molti vantaggi, primo fra tutti la batteria che ha una autonomia molto generosa. Dalle prove effettuate, chiamando anche un paio d’ore al giorno, la batteria dura oltre due giorni consecutivi. Bisogna ricordare inoltre che Skype è sempre connesso in background, così come Facebook e Twitter.

foto inq chat 3g

L’applicazione Skype è davvero fantastica: le chiamate, utilizzando la terminazione in 3G e non in VoIP su rete, sono di ottima qualità non paragonabile a nessun client VoIP diverso. Quando i contatti Skype chiamano il nostro identificativo il telefono squilla come una normale chiamata: non si deve avviare Skype né ci si deve preoccupare del traffico dati perchè grazie alla ottima tariffa Superinternet sono inclusi 600 minuti al giorno di chiamate Skype su rete 3G.

L’applicazione Messenger è invece una standard applicazione java che richiede molto tempo a caricarsi e non è ottimizzata neanche quando la si mette in background. Funziona bene ma è uguale su qualsiasi telefono che supporti java.

La tastiera dell’INQ Chat 3G è buona, non ottima. I tasti a volte rispondono in modo strano sbilanciandosi a destra o sinistra se non si preme bene il tasto: inoltre sono un po duri e la sensibilità non è perfetta come su un Blackberry o simile. Purtroppo queste rimangono considerazioni molto soggettive di chi ha provato il telefono ed è necessario provare con le proprie mani la tastiera per rendersi conto se fa al caso proprio.

La correzione delle parole è molto buona: se si preme per sbaglio una lettera diversa dalla parola, il vocabolario propone la parola più simile ortograficamente corretta. Un po’ simile alla correzione dell’iPhone anche se quest’ultima avviene in automatico.

INQ Chat 3G nel suo complesso ha molti pregi e pochi difetti: il primo è Skype che è di qualità imparagonabile a qualsiasi altro dispositivo che non sia integrato con la rete 3. Il secondo più importante è la mail in push che funziona ottimamente. Si può condire il tutto con una durata eccelsa della batteria se si considera un uso lavorativo molto intenso di due giornate di 12 ore l’una.

Si poteva fare di più sulla tastiera, sulla velocità del sistema operativo (RAM e processore), sull’integrazione di Facebook e Twitter molto lenti e macchinosi che verranno illustrati la prossima settimana. In generale il telefono sconta una lentezza nelle applicazioni non studiate appositamente e questo ne disincentiva l’uso specifico di quelle app.

INQ Chat 3G si vede davvero, a giudizio personale di chi scrive, come un piccolo Blackberry: costa 199 euro e offre tutte le funzionalità di un telefono di fascia superiore, con in più Skype nativo che sta diventando un componente di lavoro e di risparmio non indifferente nelle aziende.

ha ricevuto in prova uno dei nuovi cellulari di 3 Italia, definiti “socialfonini”: in particolare si fa riferimento al modello Chat 3G di INQ.

Appena ricevuto lo smartphone da 3 la prima impressione è che INQ Chat 3G assomigliasse moltissimo come forma e identità ad un Blackberry e le attese non hanno deluso.

inq chat 3g front

Prima di tutto è d’obbligo configurare l’e-mail: la fortuna ci consente di utilizzare un account GMAIL che permette la sincronizzazione della mail in PUSH, come un vero blackberry o iPhone. Il consumo della batteria è davvero risibile e il push funziona ottimamente.

inq chat 3g retro

Il socialfonino prodotto da INQ e distribuito da 3 ha sicuramente molti vantaggi, primo fra tutti la batteria che ha una autonomia molto generosa. Dalle prove effettuate, chiamando anche un paio d’ore al giorno, la batteria dura oltre due giorni consecutivi. Bisogna ricordare inoltre che Skype è sempre connesso in background, così come Facebook e Twitter.

foto inq chat 3g

L’applicazione Skype è davvero fantastica: le chiamate, utilizzando la terminazione in 3G e non in VoIP su rete, sono di ottima qualità non paragonabile a nessun client VoIP diverso. Quando i contatti Skype chiamano il nostro identificativo il telefono squilla come una normale chiamata: non si deve avviare Skype né ci si deve preoccupare del traffico dati perchè grazie alla ottima tariffa Superinternet sono inclusi 600 minuti al giorno di chiamate Skype su rete 3G.

L’applicazione Messenger è invece una standard applicazione java che richiede molto tempo a caricarsi e non è ottimizzata neanche quando la si mette in background. Funziona bene ma è uguale su qualsiasi telefono che supporti java.

La tastiera dell’INQ Chat 3G è buona, non ottima. I tasti a volte rispondono in modo strano sbilanciandosi a destra o sinistra se non si preme bene il tasto: inoltre sono un po duri e la sensibilità non è perfetta come su un Blackberry o simile. Purtroppo queste rimangono considerazioni molto soggettive di chi ha provato il telefono ed è necessario provare con le proprie mani la tastiera per rendersi conto se fa al caso proprio.

La correzione delle parole è molto buona: se si preme per sbaglio una lettera diversa dalla parola, il vocabolario propone la parola più simile ortograficamente corretta. Un po’ simile alla correzione dell’iPhone anche se quest’ultima avviene in automatico.

INQ Chat 3G nel suo complesso ha molti pregi e pochi difetti: il primo è Skype che è di qualità imparagonabile a qualsiasi altro dispositivo che non sia integrato con la rete 3. Il secondo più importante è la mail in push che funziona ottimamente. Si può condire il tutto con una durata eccelsa della batteria se si considera un uso lavorativo molto intenso di due giornate di 12 ore l’una.

Si poteva fare di più sulla tastiera, sulla velocità del sistema operativo (RAM e processore), sull’integrazione di Facebook e Twitter molto lenti e macchinosi che verranno illustrati la prossima settimana. In generale il telefono sconta una lentezza nelle applicazioni non studiate appositamente e questo ne disincentiva l’uso specifico di quelle app.

INQ Chat 3G si vede davvero, a giudizio personale di chi scrive, come un piccolo Blackberry: costa 199 euro e offre tutte le funzionalità di un telefono di fascia superiore, con in più Skype nativo che sta diventando un componente di lavoro e di risparmio non indifferente nelle aziende.

Commenti Facebook: