Inflazione aumenta +0,2% dopo 10 mesi consecutivi di calo

Dopo 10 mesi consecutivi di flessione, ad aprile l’inflazione sale dello 0,2%, passando dallo 0,6% allo 0,4% di marzo. Ad annunciarlo l’Istat sulla base di stime provvisorie. Secondo l’istituto la ripresa dell’inflazione, risponde più a fattori di natura stagionale, principalmente per la maggior crescita dei servizi di trasporto e alla diminuzione “dell’ampiezza della flessione tendenziale dei prezzi dei Beni energetici non regolamentati“.

aumenta l'inflazione ma il carrello della spesa scende
Ad aprile l'inflazione aumenta ma è causa Pasqua. Invece il carrello della spesa torna ai minimi del 2010

Secondo dati provvisori dell’Istat, ad aprile l’inflazione è aumentata dello 0,2% rispetto a marzo 2014. La crescita, spiega l’istituto, è causata dai rincari stagionali che si verificano solitamente a Pasqua, dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (+2,2%) e di quelli Ricreativi, culturali e per la cura della persona (+1%).

Malgrado l‘aumento dell’inflazione, il carrello della spesa è tornato ai minimi dall’agosto del 2010: ad aprile è calato, infatti, allo 0,4% su base annua in notevole rallentamento dallo 0,7% di marzo.

L’Istat ha informato che i prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona ad aprile sono diminuiti dello 0,1% su base mensile. Invece, i prezzi dei prodotti a maggior frequenza d’acquisto non hanno registrato variazioni rispetto a marzo, mentre sono aumentati dello 0,5% su base annua ( era +0,4% a marzo).

Infine, vi ricordiamo che è possibile tagliare le spese domestiche a casa cambiando fornitore dei servizi. In effetti, approfittando delle offerte e promozioni dei fornitori energia elettrica, ADSL, telefono e gas, ad esempio, per risparmiare fino a 1200 euro all’anno.

Rimandiamo ai nostri comparatori gratuiti ed indipendenti per maggiori informazioni.

Confronta Tariffe Energia Elettrica

Commenti Facebook: