Inflazione + 2,2%, ma rallenta. Freno agli aumenti sulle tariffe energia elettrica e gas

Durante gennaio 2013 si è verificata un’inflazione dello 0,2% rispetto dicembre, il dato più basso da gennaio 2011.  Secondo le rilevazioni dell’Istat la crescita dei prezzi starebbe rallentando. Frena inoltre l’aumento delle tariffe energia elettrica e gas, seguendo la tendenza degli ultimi 3 mesi. Crescono i prezzi degli alimenti e il carrello della spesa. SosTariffe.it ti insegna come risparmiare sulle bollette per compensare gli aumenti alimentari.

Confronta Tariffe Energia Elettrica

Secondo le più recenti rilevazioni dell’Istat, a gennaio l’inflazione è stata dello 0,2% rispetto dicembre 2012, e del 2,2% rispetto a gennaio 2012. Questo significherebbe un rallentamento nella crescita dei prezzi, visto che la tendenza era del 2,3% a dicembre; il dato annuale in effetti è il più basso dal 2011.

Freno agli aumenti sulle tariffe energia elettrica e gas

Stando a quanto informa l’Istat, il rallentamento dell’inflazione nel mese scorso «è imputabile all’ulteriore frenata della crescita su base annua dei prezzi energetici (+5,2% dal +9,3% di dicembre), favorita anche da un confronto favorevole con gennaio 2012, caratterizzato da forti rialzi congiunturali dei prezzi di questi beni».

Prodotti alimentari, in rialzo del 3,9%

Secondo il Corriere della Sera, nella sua edizione digitale del 5 febbraio, sarebbero gli aumenti dei prezzi degli alimenti non lavorati (+4,9% annuo) a sostenere l’inflazione, impulsati dall’aumento dei prezzi dei vegetali freschi (+9,5%). Complessivamente i prodotti alimentari crescono del 3,2% annuo, il maggiore rincaro dal febbraio del 2009.

Il carrello della spesa, inoltre, ha registrato un aumento del 2,7% a gennaio, un’evidente frenata rispetto a dicembre (3,1%).

Come risparmiare a casa

SosTariffe.it, il miglior sito web per il confronto nel 2011 e 2012, vi propone di utilizzare i propri comparatori gratuiti e indipendenti per trovare la tariffa energia elettrica, gas, ADSLtelefonia mobile, pay tv oppure il conto corrente che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Ad esempio, per quanto riguarda la bolletta della luce, attivando una tariffa del Mercato Libero si può risparmiare fino al 10% della spesa annua.

Se hai una famiglia numerosa, SosTariffe.it ha pubblicato di recente un’indagine che potrebbe essere del tuo interesse. Leggi il nostro articolo sulle migliori tariffe luce per le famiglie numerose.

Confronta Tariffe Luce

Stesso discorso per la bolletta del gas: con le offerte del Mercato Libero dei distributori del gas si può risparmiare considerevolmente sulla spesa annua.

Confronta Tariffe Gas

Nell’ambito della telefonia mobile, SosTariffe.it ha dimostrato che la portabilità del numero ad altro operatore consente di approfittare delle offerte riservate ai nuovi clienti, con un risparmio che può superare il 30% mensile.

Confronta Tariffe Cellulari

Per quanto riguarda l’ADSL, SosTariffe.it ha pubblicato un osservatorio nel quale è stato dimostrato che cambiando operatore ADSL la spesa annua può ridursi perfino di 435 euro all’anno, approfittando le offerte per i nuovi clienti. Leggi l’osservatorio per saperne di più.

Confronta Tariffe ADSL

In materia di conti di deposito, SosTariffe.it ha individuato le banche con cui non si paga l’imposta di bollo

Confronta Conti Deposito

In materia di Conti Correnti, ti potrebbe interessare dare un’occhiata ad un recente articolo pubblicato da SosTariffe.it al riguardo: Si può ancora risparmiare sui conti correnti: ecco i  conti senza spese e zero bolli.

Confronta Conti Correnti

Commenti Facebook: