India: riduzioni per la telefonia mobile

L’ente regolatore del mercato indiano delle telecomunicazioni ha dichiarato la possibilità di rendere obbligatorie offerte tariffarie al secondo per le chiamate.

Per il regolatore non sono sufficienti le basse tariffe già esistenti nel mercato indiano (si parla di cifre che vanno dagli 0,6 agli 1,2 centesimi di euro al minuto), ma vuole che la tariffazione avvenga per secondi così che una persona non debba pagare per tutti i 60 secondi se ne usufruisce di meno.

Il rischio di questa decisione, a detta degli analisti, è che potranno essere intaccati i guadagni delle società telefoniche che già devono fronteggiare una concorrenza molto intensa.

Grazie Stefano

nte regolatore del mercato indiano delle telecomunicazioni ha dichiarato la possibilità di rendere obbligatorie offerte tariffarie al secondo per le chiamate.

Per il regolatore non sono sufficienti le basse tariffe già esistenti nel mercato indiano (si parla di cifre che vanno dagli 0,6 agli 1,2 centesimi di euro al minuto), ma vuole che la tariffazione avvenga per secondi così che una persona non debba pagare per tutti i 60 secondi se ne usufruisce di meno.

Il rischio di questa decisione, a detta degli analisti, è che potranno essere intaccati i guadagni delle società telefoniche che già devono fronteggiare una concorrenza molto intensa.

Grazie Stefano

Commenti Facebook: