Incidente: l’importanza del verbale

Ipotizzate una situazione del genere: venite coinvolti senza colpa in un incidente. Siete profondamente sotto stress per via dell’impatto. E qui combinate la frittata: firmate il Modulo blu della constatazione amichevole, addossandovi la colpa del sinistro.

L'importanza delle forze dell'ordine

Problemi ricorrenti

È un guaio che emerge piuttosto di frequente: prova ne siano le controversie in tribunale. La conseguenza è che chi ha causato il sinistro si vedrà riconoscere il risarcimento dei danni all’auto e delle lesioni fisiche; voi invece dovrete pagare una Rc auto più costosa al rinnovo annuale. E non vedrete il becco di un quattrino.

Infatti, con l’incidente che, per il Modulo blu, è stato causato da voi, la responsabilità è vostra, e le classi di merito salgono: con conseguenze pesanti per la vostra tariffa Rc auto.

Non solo: pagherete a lungo, negli anni. Il curriculum assicurativo si è sporcato, e prima di tornare alla classe di merito originaria dovranno trascorre anni senza causare sinistri.

La vostra salvezza

Ma chi vi può salvare se avete fatto il pasticcio? Ossia, se avete firmato sul Modulo blu della constatazione amichevole che avete torto?

Risposta: le forze dell’ordine. Cioè: i vigili in città, polizia o carabinieri fuori città. Stilano il verbale di incidente, e se da questo emerge che avete ragione, e che la colpa del sinistro non è vostra, allora le cose cambiano.

A questo punto, la parola delle forze dell’ordine vale più del Modulo blu della constatazione amichevole. Sia davanti alle assicurazioni sia in tribunale, di fronte a un giudice.

Per questo, il consiglio è uno solo: se siete in stato di choc dopo un incidente, chiamate immediatamente le forze dell’ordine. Sono agenti esperti, che capiscono al volo la situazione, intuiscono la dinamica del sinistro.

E magari mettono in scacco un automobilista furbetto che, accortosi del vostro stato emotivo momentaneo, vi ha indotto a firmare il falso.

Confronta assicurazioni auto 

Commenti Facebook: