In partenza per le vacanze? Le migliori RC viaggi da mettere in valigia

Tempo di vacanze: gite, viaggi, escursioni. Viaggiare può però comportare diversi rischi, come infortuni, smarrimento dei bagagli, cancellazioni di voli o treni che possono rovinare la vacanza. Ecco le migliori assicurazioni di viaggio a confronto per affrontare il proprio viaggio in tutta sicurezza.

Quale RC viaggio scegliere?

L’estate è sempre più inoltrata e per tante persone è proprio giunto il momento per un bel viaggetto. Grazie ad aerei e treni che in poche ore possono portare fin dall’altra parte del mondo, poi, viaggiare sembra non essere mai stato tanto facile e – con un po’ di fortuna nel trovare l’offerta giusta al momento giusto – alla portata di tutti.

Quello a cui raramente si pensa, e che invece è sempre bene ricordare, è che un viaggio è comunque fronte potenziale di rischio: dal volo o treno cancellato, al bagaglio perso, all’infortunio più o meno grave, l’imprevisto è sempre in agguato e il rischio di rovinare una bella vacanza per un fastidioso (e dispendioso) contrattempo non poi così distante.

È buona norma dunque affrontare sempre i propri viaggi preparati e con “le spalle coperte” da una buona assicurazione in grado di rispondere per qualsiasi tipo di incidente.

Vediamo quindi alcune tra le migliori assicurazioni viaggio messe a confronto tra loro: che cosa offrono, quali sono le polizze e quali le modalità di sottoscrizione; inoltre con SosTariffe.it si avrà a diritto a uno sconto sull’assicurazione viaggio fino al 20%.

Cosa deve comprendere una buona assicurazione viaggio?

In realtà una buona assicurazione viaggio che vada bene per ogni persona che parte non esiste e il motivo è molto semplice: ogni viaggiatore ha esigenze differenti, che si basano su diversi fattori indipendenti. C’è chi va all’estero e chi resta nel paese natale, chi si muove in aereo o in treno e chi in auto, chi va in contro a “pericoli” nel scegliere una vacanza avventurosa e chi invece passa il proprio periodo di liberà dagli impegni lavorativi a prendere il sole sdraiato sulla spiaggia. E ancora chi sceglie un paese del terzo mondo, più esposto a malattie e malasanità, e chi sceglie una città ipertecnologica.

Insomma: la migliore assicurazione è quella cucita su misura per il viaggiatore e il viaggio in questione.

Si possono tuttavia elencare le varie possibilità e tipologie che i diversi pacchetti assicurativi mettono a disposizione, per poter fare un calcolo di ciò che si ritiene o meno necessario in base alle proprie destinazioni.

Quale viaggio si vuole assicurare?

La prima divisione da attuare per scegliere una buona assicurazione viaggio per la propria vacanza è basarla sulla tipologia di viaggio che si vuole intraprendere: esistono quattro “macro tipologie” di viaggio entro le quali si possono – più o meno – far ricadere tutti gli spostamenti. La prima è quella del cosiddetto viaggio singolo, ossia un viaggio che ricopre un arco di tempo limitato (nell’ordine da qualche giorno a qualche settimana) e che viene delimitato dalla partenza da casa al ritorno a casa. Ciò non significa – come erroneamente si pensa – che “viaggio singolo” sia sinonimo di “meta singola”: un viaggio singolo non vieta al viaggiatore di cambiare meta nel corso del viaggio, né di cambiare paese; basta che non faccia “tappa a casa” tra una meta e l’altra.

Confronta le migliori Assicurazioni Viaggi

La seconda macro categoria è quella del multi-viaggio/annuale, ossia un’assicurazione viaggio che copre tutti i viaggi compiuti dall’utente nell’arco di 12 mesi (o di altri periodo definito), anche se differenti e in mete alternative. Generalmente questa tipologia di assicurazione prevede anche dei limiti sulle mete coperte, che possono essere all’interno di una certa area geografica oppure escludere le cosiddette “mete a rischio”, come paesi di guerra o considerati pericolosi per motivi sanitari o geologici.

La terza e la quarta categoria di assicurazione servono a tutelare dei viaggi differenti rispetto a quelli compiuti per puro hobby: si tratta per la terza categoria delle assicurazioni per viaggi studio e per la quarta delle assicurazioni per viaggi di lavoro.

Si intendono come viaggi studio quelle trasferte in paese straniero che un ragazzo compie per motivi si studio, come le estati in un college straniero che molti liceali sono soliti compere o i famosissimi Erasmus universitari, che generalmente possono durare dai 3 mesi all’intero anno.

Mentre il viaggio di lavoro è quello compiuto dal lavoratore che deve andare all’estero – o anche semplicemente in una città diversa da quella in cui abita – perché inviato dalla propria azienda o perché il mestiere che fa glielo richiede.

Quali pacchetti includere nella propria assicurazione viaggio?

Concentriamoci in maniera particolare sui pacchetti per un viaggio singolo, certamente quello più diffuso e che soprattutto in questa stagione è di maggiore interesse. All’interno del proprio pacchetto si più prevedere di avere l’assistenza viaggio, un servizio che generalmente ogni assicurazione prevede e la copertura delle spese mediche che si potrebbero dover affrontare durante il soggiorno: esistono molti paesi esteri infatti che prevedono delle spese sanitarie molto alte e che per un semplice braccio rotto per una caduta potrebbero richiedere centinaia di euro. Molte assicurazioni prevedono inoltre la copertura di un prolungamento non previsto del viaggio e di infortuni; molte, inoltre, garantiscono il rimborso in caso di danni al bagaglio (terrore di ogni viaggiatore) come lo smarrimento, il furto o l’incendio. Qualche assicurazione, infine, prevede un servizio di risarcimento per un’interruzione  improvvisa del viaggio per motivi di vario genere, per la responsabilità civile verso cose o persone terze, e (poche) prevedono un risarcimento in caso di annullamento o di spostamento (per impegni improvvisi e inderogabili) del viaggio ad altra data.

Non tutte le assicurazioni prevedono tutti i servizi, magari alcuni sono a pagamento aggiuntivo: esiste una polizza di base comprensiva di un pacchetto standard al quale è possibile aggiungere diversi optional ulteriori, come RTC o il rimborso in caso di annullamento.

Commenti Facebook: