In forte crescita le cause alle banche

Secondo quanto emerge dal Bilancio di responsabilità sociale relativo al 2013, da parte del Tribunale di Milano, nel corso di un solo anno le cause intentate dai titolari dei conti correnti nei confronti delle banche sono aumentate del 65% rispetto all’anno precedente.

Crescono del 65% le cause intentate alle banche
Crescono del 65% le cause intentate alle banche

Secondo quanto viene evidenziato nel bilancio, la crescita sarebbe da mettere in principale relazione alla crisi economica, e agli effetti positivi che nel 2012 erano derivati dalla previsione della mediazione obbligatoria.

Il risultato è che, per citare le parole contenute nello stesso rapporto, le cause intentate dai titolari di conti correnti, da risparmiatori e da investitori sono diventate molto rilevanti “sia dal punto di vista del numero sia del loro valore economico. Nell’ultimo anno sono sopravvenuti in totale 1.875 procedimenti in queste materie (compresi i procedimenti speciali).

Scopri i migliori conti correnti »

Tra le altre principali cause di incremento delle cause sulle scrivanie del Tribunale milanese, vi sono anche quelle sul contenzioso giuslavoristico, favorito dalla riforma Fornero. I procedimenti sarebbero cresciuti del 12% rispetto all’anno giudiziario precedente. “Una parte dell’incremento” – afferma ancora il dossier del Tribunale – “è direttamente attribuibile agli effetti della Riforma Fornero”, che ha incrementato i ricorsi connessi ai licenziamenti ex articolo 18.

Commenti Facebook: