In cucina: come tagliare la bolletta dell’acqua

Dopo aver visto cosa è meglio fare in bagno per risparmiare sulla bolletta dell’acqua ecco altri interessanti consigli su come comportarsi in casa con uno dei beni più preziosi a disposizione: l’acqua. Oggi entriamo in cucina e vediamo da vicino cosa è bene fare o non fare con il rubinetto.

Anche in cucina, come in bagno, è utile ricordarsi che la quantità d’acqua che esce dei rubinetti si può ridurre senza modificare le proprie abitudini, attraverso l’aggiunta di miscelatori d’aria. Questi dispositivi incorporano aria all’acqua in uscita, senza che chi usa il getto d’acqua ne percepisca alcuna differenza. Il consumo complessivo d’acqua si riduce a quasi la metà.

La cosa più importante utile da ricordarsi quando si vuole risparmiare sulla bolletta dell’acqua è che per lavare le stoviglie è consigliabile impiegare una vaschetta dove collocare le stoviglie per insaponarle, utilizzando poi un debole getto d’acqua soltanto alla fine per risciacquarle.

Se disponete di un lavapiatti, vi consigliamo di leggere il nostro articolo su come risparmiare energia ed acqua con le lavastoviglie.

Eseguite controlli periodici sullo stato dell’impianto idrico di casa. Per quest’operazione, basta controllare l’andamento del contatore dell’acqua nel momento in cui tutti i rubinetti sono chiusi: se continua a girare è molto probabile che vi sia una perdita nell’impianto.

In questo caso, chiamate subito un idraulico prima che la perdita sia peggiore, dato che può anche danneggiare la vostra proprietà o quella dei vostri vicini.

Continua a seguire i consigli di SosTariffe sul risparmio energetico e ricordati che su questo sito trovi un utile strumento per la comparazione delle tariffe sull’energia elettrica.

Commenti Facebook: